La stella verde

di Simone Borri

stellaebrei210721-001

Il 6 settembre 1941 la Germania nazista impose l’obbligo per tutti gli ebrei residenti nei territori da essa controllati che avessero compiuto i sei anni di età di esporre sui propri abiti una stella di Davide a sei punte di colore giallo.
L’attuale governo italiano ha allo studio il green pass che dovrebbe consentire la libera circolazione ed accesso ai servizi soltanto ai vaccinati contro il Covid. A differenza di Hitler, Draghi non esenterebbe da tale obbligo neanche i minori di sei anni.
Rispetto alla volta precedente cambierebbe solo il colore: giallo per gli ebrei, rosa per gli omosessuali, verde per i non vaccinati.
Il camerata Figliuolo ha nel frattempo pubblicamente dichiarato che “stanerà tutti i non vaccinati”, ed i giornali di regime come Repubblica hanno dato ampio risalto alle sue dichiarazioni, titolando a nove colonne CACCIA AI NON VACCINATI.

«A noi giovani costa doppia fatica mantenere le nostre opinioni in un tempo in cui ogni idealismo è annientato e distrutto, in cui gli uomini si mostrano dal loro lato peggiore, in cui si dubita della verità, della giustizia e di Dio».

(Anna Frank, Diario)

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Commenta l'articolo