Friends

di Barbara Chiarini

Friends.2021.07.16-03

Sarà per la sigla, sarà per i suoi attori, sarà per quell’aria da anni 90 che ti rimane nel cuore e negli occhi, ma Friends è la madre di tutte le serie tv!

Non per nulla la ricerca online di “Grandi serie TV da guardare” le  ha assegnato il 1300% di gradimento per l’ anno 2021.

Sitcom statunitense creata da Davide Crane e Marta Kauffman, prodotta dalla Bright Productions in collaborazione con la Warner Bros, Friends venne trasmessa dal 1994 al 2004, per un totale di dieci stagioni con ben 236 episodi!

I riconoscimenti che ha ottenuto nel corso degli anni questa serie tv non entrano quasi  in una pagina: dagli ASCAP Award al BMI Film, dal Premio Emmy al British Academy Film Awards. 

Kauffman e Crane iniziarono a sviluppare la sitcom sotto il titolo di Insomnia Cafe tra il novembre e il dicembre 1993. Presentarono l’idea a Bright, e insieme la proposero alla NBC. Dopo molti lavori e cambiamenti sulla sceneggiatura, includendo anche un cambio del titolo in Friends Like Us, la serie venne presentata come Friends.

Le riprese della sitcom avvennero negli studi dellaWarner Bros, a Burbank, California.

Protagonisti erano sei amici di Manhattan: Ross, Chandler e Joey, Rachel, Monica e Phoebe.

Tutto ha inizio dal momento in cui Rachel abbandona il marito sull’altare. In quello stesso giorno incontra una sua vecchia amica del liceo, Monica, con cui va a vivere, entrando nel gruppo composto dall’attore italo americano Joey, dal contabile Chandler, dalla massaggiatrice e musicista Phoebe e dal paleontologo Ross.

Le vicende che coinvolgono la comitiva si dividono tra la caffetteria di Central Pari e gli appartamenti dove vivono i ragazzi che vedranno avvicendarsi numerosi intrecci sentimentali, tra situazioni tragicomiche e grandi amori.

Friends.2021.07.16-02

Per me, il personaggio più amato in assoluto di Friends è stata Rachel (interpretata dalla mitica Jennifer Aniston), la viziata figlia di papà che molla il buon partito all’altare per fare qualcosa della sua vita: mi ha fatto tagliare i capelli in modi che mai avrei immaginato, ha rappresentato un’icona di stile e anche un’icona di autentica comicità; perché Rachel mi ha regalato delle assolute perle di ironia! 

La chiusura della serie, trasmessa il 6 maggio 2004, fu vista da circa 52,5 milioni di persone, diventando il quarto series finale più visto della storia della televisione nonché l’episodio più visto del decennio; la sua interruzione risultò poco gradita a tutti i suoi fan (inclusa la sottoscritta!) ma la produzione, d’accordo con gli attori protagonisti, avevano deliberato che quello fosse il momento di concludere… in bellezza! E così fu.

Durante la sua messa in onda, Friends ricevette sempre recensioni positive, tanto è vero che le avventure dei sei amici che vivevano a New York City e che facevano del loro meglio per districarsi attraverso l’età adulta e tutto ciò che ne deriva, insieme a molte delle loro battute, sono addirittura divenute una parte importante della cultura pop, regalandoci dialoghi brillanti, commoventi e ironici che spesso è un piacere rispolverare e citare con gli amici. Insomma una garanzia!

Pertanto, miei cari lettori, qualora qualcuno tra voi non l’avesse mai seguita prima, e’ ufficialmente invitato ad ascoltare il mio consiglio: non è mai troppo tardi per godere della simpatica spensieratezza di questa iconica sitcom!

A questo modo vi troverete preparati per affrontare anche la visione della storica reunion di cui tanto si vocifera sui rotocalchi in questi giorni!

E adesso, se gradiite, cliccate qui per riascoltare la sigla: 

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&ved=2ahUKEwjOgJOTiefxAhXPg_0HHYYGBrQQtwIwAXoECAUQAw&url=https%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DfCcL46pSiGU&usg=AOvVaw1NWGUBSB6-5om2z1-VI2WD

Friends.2021.07.16-01

Barbara Chiarini

Barbara Chiarini è nata a Firenze, è laureata in Architettura, indirizzo storico, restauro e conservazione dei Beni architettonici. Tra le sue passioni, l’ arte, l’ architettura, la musica, la letteratura, il cinema ed il teatro.


Visualizza gli altri articoli di Barbara Chiarini

Commenta l'articolo