Lo Zecchino d’Oro

di Simone Borri

Cino Tortorella e Mariele Ventre con i bambini dello Zecchino d'Oro

Cino Tortorella e Mariele Ventre con i bambini dello Zecchino d’Oro

Il 24 settembre 1959 andò in onda la prima puntata dello Zecchino d’Oro. Cino Tortorella era già famoso come Mago Zurlì, uno degli eroi della TV dei Ragazzi. Quella volta, abbandonò momentaneamente Topo Gigio e divenne lo storico presentatore del Festival della Canzone per Bambini. Quello dei grandi aveva sede a Sanremo, quello dell’infanzia trovò la sua a Bologna, dai frati francescani dell’Antoniano, che misero a disposizione anche un coro di accompagnamento, affidato alla direzione di un’altra figura che con lo Zecchino sarebbe diventata leggendaria: Mariele Ventre.

ZecchinodOro190924-002Nel 1969, dieci anni dopo la sua nascita, lo Zecchino d’Oro andò addirittura in Eurovisione, e si tolse la soddisfazione del secondo posto negli ascolti di quell’anno, dietro lo sbarco sulla Luna dell’Apollo 11: 150 milioni di telespettatori. Dal 1976 il Festival divenne internazionale, dal 1980 la RAI lo trasmise a colori. Dal 1991 l’incasso della manifestazione è interamente devoluto ad opere di bene.

Barbara Ferigo, 1968, canta.....

Barbara Ferigo, 1968, canta…..

Nel 1995 il Piccolo Coro dell’Antonino perse Mariele Ventre, e proseguì sotto la direzione di Sabrina Simoni. Nel 2017 se ne andò anche Cino Tortorella, che quell’anno, la sessantesima edizione, venne commemorato da Carlo Conti e da…. chi se non Topo Gigio? Nello stesso anno i due Festival – Sanremo e lo Zecchino – si incontrarono in una edizione speciale.

Dalla Lettera a Pinocchio in poi, le canzoni dello Zecchino d’Oro sono nel cuore di tutti i bambini degli anni sessanta e seguenti. Ognuno ne ha una prediletta. Chi scrive vi propone la sua.

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Commenta l'articolo