Il Volley Prato vince l’ultimo derby e manda in archivio una stagione da record

di Redazione

Mirko Novelli

Mirko Novelli

PRATO – Diciassette vittorie, cinque sconfitte e quarto posto finale. Sconfitte subite solo con le prime tre in graduatoria, San Giustino, Castelfranco e Civita, e bilancio in passivo solo con le prime due. Con tutte le altre otto formazioni del torneo invece Prato ha vinto sia all’andata che al ritorno. Diciassette vittorie come Castelfranco e Civita con la differenza di punti in graduatoria che è stata fatta solo dai tanti tie break giocati da Prato: 6. Sei gare finite quinto che hanno tolto punti alla classifica ella squadra di Novelli ma che, di converso, fotografano anche bene la compattezza e la garra di un gruppo che questi sei tie break li ha vinti tutti.

«Abbiamo condotto un campionato da urlo – dice senza mezzi termini Mirko Novelli – Mi attendevo di poter condurre un torneo così dopo qualche anno di gavetta in categoria ed invece all’esordio siamo stati capaci di una stagione spettacolare, speriamo di no, ma forse addirittura irripetibile».

«La nostra forza è stata un gruppo bellissimo con una chimica pazzesca e che è saputo andare oltre i propri limiti. Abbiamo vinto gare dove i nostri avversari magari hanno anche complessivamente giocato meglio ma alla fine l’abbiamo spuntata perché non abbiamo mai mollato. Anche con i Lupi, dopo un primo set dominato, loro sono cresciuti e ci hanno messo in difficoltà. Alla fine, però, i tre punti l’abbiamo ottenuti noi. A fine gara a Civita Castellana i nostri avversari ci hanno detto che in difesa sia stati praticamente illegali e questo, specialmente per un allenatore, è un complimento bellissimo».

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo