Corsa dell’Arno, grande festa di sport e costume al Visarno

di Redazione

corrilavita-220420-001 (1)L’Ippodromo di Firenze anche quest’anno come Royal Ascot, tra purosangue e cappelli d’autore all’insegna della beneficenza: in occasione della 195ª Corsa dell’Arno, la competizione al galoppo più longeva d’Italia, nel cuore del Parco delle Cascine è andata in scena la VII edizione de Il cappello più bello per Corri la Vita, evento organizzato da Sanfelice in collaborazione con il Consorzio Il Cappello di Firenze.

Protagonisti della giornata, assieme ai cavalli purosangue provenienti da tutta Italia, sono stati i cappelli più eleganti ed estrosi, ma anche la solidarietà: tutto il ricavato della vendita dei cappelli realizzati dalle aziende del Consorzio che hanno aderito all’iniziativa – Angiolo Frasconi, Facopel, Grevi, Italmind, Marzi e Memar – verrà infatti devoluto a Corri la Vita Onlus, l’associazione presieduta da Bona Frescobaldi che raccoglie fondi da destinare a progetti a sostegno di donne colpite da tumore al seno. I partecipanti al concorso sono stati oltre 150, tra bambini e adulti.

Tre le categorie del concorso: la Junior, che premiava simpatia, fantasia, creatività, spigliatezza nel portare il cappello, Originalità e, infine, la categoria Eleganza, dove a farla da padrone sono state la raffinatezza e l’accoppiata cappello-abito proposta dalle dame in gara. A consegnare i premi (tre per ogni categoria) è stata la Marchesa Bona Frescobaldi, presidente della onlus Corri la Vita.

La categoria Junior è stata vinta da Elide Filindassi. Il premio Creatività è andato a Giovanna De Palma, con al secondo posto Piccarda Mencatti e al terzo Ilaria Lemmi. Ad aggiudicarsi la categoria Eleganza è stata invece Gloria Zorgno. Con lei sul podio anche Barbara Chiucini (secondo posto) e Stella reali Bigazzi (terzo posto).

Grande spettacolo anche per la storica Corsa dell’Arno, che ha chiuso il programma della giornata. A imporsi è stato il cavallo Clarenzio Fan, montato da Salvatore Sulas. A lui la bellissima coppa messa in palio da Cassetti Firenze.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo