Uffizi, belli da svenire

di Barbara Chiarini

UFFIZI-FIRENZE-25.10.2021-01

«Gli Uffizi miglior museo del mondo» questa la sentenza della storica rivista culturale inglese Timeout.

Ecco perchè in questi giorni, Firenze e i fiorentini tutti, gongolano. Ma pure l’Italia è lì, fiera e carica di orgoglio. Sta per appuntarsi al petto l’ennesima medaglia di un 2021 che è stato di rara grandezza e ben al di là di ogni più rosea previsione. 

Paradossalmente, nonostante l’emergenza Covid, le restrizioni imposte dal virus, i pro-vax, i no-vax, e … chi più ne ha, più ne metta, questo è stata un’annata “luccicante” in cui forza, testa, e cuore, sono state la risposta, bella e nervosa, ad un drammatico 2020, sconquassato dal Covid. 

Ci avete fatto caso? A cominciare dal patrimonio culturale, con le scoperte di Pompei – l’ultima in estate, quando gli archeologi hanno ritrovato la sepoltura intatta di Marcus Venerius Secundio – alla promozione vincente del brand tricolore (si pensi all’Expo di Dubai con la copia del David  di Michelangelo Buonarroti, che la fa da protagonista): alla settima arte, il cinema, che ha raggiunto l’apice del successo  conquistando il Leone d’Oro alla Carriera destinandolo a quel geniale folletto che è Roberto Benigni. 

UFFIZI-FIRENZE-25.10.2021-04

E pure lo sport si è rivelato una soddisfazione con il trionfo europeo degli Azzurri nella bolgia inglese del Wembley Stadium (capolavoro di tenacia e scaltrezza che ha annichilito la perfida Albione, non solo sul campo): perfino la musica,  con il rock giovane e vigoroso del gruppo dei Maneskin  zitta e buona”, è andata a vincersi niente meno che l’Eurovision. E, dulcis in fundo, adesso…. loro, gli Uffizi! 

Eike Schmidt, direttore delle Gallerie fiorentine dal 2016, ha dichiarato pubblicamente di essere  felice di come stanno andando le cose. La rivista Timeout ha infatti scritto: « … Agli Uffizi ci sono così tante opere classiche abbaglianti che alcuni sono stati portati in ospedale a causa della sensazione travolgente che provocano». 

Insomma, quell’affezione psicosomatica che provoca tachicardia, capogiri e vertigini, la cosiddetta Sindrome di Stendhal, esiste! Perché, parlandoci in tutta franchezza, non avete anche voi dubitato (almeno qualche volta nella vita) del fatto che taluni soggetti, seppure posti al cospetto di opere d’arte di straordinaria bellezza, possano cadere in stato confusionale o addirittura divenire facile preda di allucinazioni?  Eppure, i media inglesi parlano chiaro: per molti esperti d’arte Gli Uffizi superano in magnificenza il Louvre di Parigi e pure il MoMa di New York. 

UFFIZI-FIRENZE-25.10.2021-02

Un opinione ampiamente condivisa, perlomeno dalla sottoscritta: è un dato di fatto che, all’interno della nostra Galleria, ci sia una bellezza talmente densa e viva che, anche se non provoca svenimenti ogni giorno, lascia a chiunque vi si accosti una sensazione di pace e di indicibile benessere. 

Qui ci sono i risultati di secoli di ricerca e selezione del bello, dai Medici ai Lorena. Qui non c’è una Venere sola, ci sono più Veneri. E accanto alle opere più celebri del mondo ci sono porcellane cinesi, opere africane del ’500, capolavori dell’arte fiamminga. 

Incredibile ma vero, accade anche al nostro direttore, il quale dichiara: «Certe sere mi fermo davanti a un dipinto, ne ammiro la perfezione. E torno a casa felice». 

Questa è la conferma che in Italia non dovremmo smettere mai di stupirci … di quanta stupefacente bellezza la storia ci ha donato!

UFFIZI-FIRENZE-25.10.2021-03

Barbara Chiarini

Barbara Chiarini è nata a Firenze, è laureata in Architettura, indirizzo storico, restauro e conservazione dei Beni architettonici. Tra le sue passioni, l’ arte, l’ architettura, la musica, la letteratura, il cinema ed il teatro.


Visualizza gli altri articoli di Barbara Chiarini

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo