Per la Primavera un ‘importante vittoria

di Patrizia Iannicelli

Fiorentina210307-001

(Dal nostro inviato) – Nella tredicesima giornata di campionato, i ragazzi di Aquilani dopo due trasferte, allo stadio Gino Bozzi, affrontano i pari età del Milan, una gara delicata dopo la sconfitta contro la Juventus con la posizione di classifica in piena zona play out.

In panchina ancora una volta il vice di Alberto Aquilani (squalificato per due giornate dopo la rissa generale avvenuta contro il Torino del 20 febbraio, ndr), mister  Marcello Quinto. In tribuna sono presenti il responsabile del settore giovanile Valentino Angeloni, il team manager Giancarlo Antognoni. Il fischio d’inizio è previsto alle 15.00, la giornata soleggiata ma con vento freddo. Si parte con il modulo del 4-3-3, Brancolini tra i pali, Gentile, Pierozzi, Chiti, Frison, Fiorini (cap.), Corradini, Bianco, Milani, Munteanu, Di Stefano.

Partita vivace e piacevole già dalle prime battute da parte delle due sqaudre che si affrontano a viso aperto ma non riescono a creare occasioni da rete, i portieri non sono mai impegnati. Al ventesimo un tiro di Bianco da fuori area viene deviato in corner, sugli sviluppi prova Chiti che viene contrastato dagli avversari. Poche altre azioni fino al minuto di recupero dove Brancolini si supera su un diagonale di El Hilali. Si va all’intervallo a reti inviolate.

Nella ripresa poca intesa tra portiere e difesa con gli avversari che provano ad approfittare, recupera  il difensore Chiti. Al 55′ Bianco a centrocampo aggancia un pallone e passa in profondità verso Munteanu, il rumeno pronto tra la difesa rossonera  arriva davanti il portiere e realizza il goal del vantaggio.

I viola cercano il raddoppio, ma arriva il pareggio dei rossoneri con un destro di El Hilali che recupera un tiro di Tonin, respinto poco prima dalla difesa viola. Al 69 ‘la prima sostituzione entra Tirelli al posto di Di Stefano. Si gioca a buoni ritmi, la gara resta aperta. Al 77′ ancora due cambi entrano in campo Neri e Spalluto per Gentile e Milani.

All’82 splendida azione iniziata da Bianco che serve Spalluto, a sua volta passa verso Pierozzi che dal limite dell’aria riporta in vantaggio la squadra viola. Nei minuti finali arriva anche la terza rete di un diagonale di Monteanu, con assist di Spalluto. Dopo tre minuti di recupero la squadra viola festeggia una vittoria importante e meritata, soprattutto torna al successo dopo quattro sconfitte e un pari. Ottima la prestazione della squadra, e l’approccio mentale alla gara, il reparto difensivo non ha mai avuto difficoltà con diversi recuperi, l’unica disattenzione sul goal del pari, a centrocampo preciso e attento Fiorini propositivo e in copertura, anche il compagno di reparto Bianco crea diverse occasioni.

La copertina della gara spetta agli autori dei goal, il rumeno Munteanu che realizza una splendida doppietta, in area avversaria l’attaccante sempre pericoloso, il migliore in campo, applausi anche per Pierozzi che fin dalle prime battute, mantiene il suo ruolo in difesa, ma offre il suo supporto anche in attacco, il goal personale arriva dopo una ottima prestazione, buona prova anche dell’attaccante Spalluto, che subentrato dalla panchina mette in campo concentrazione e determinazione, a dimostrazione che i cambi possono portare nuove forze e dare un valido aiuto alla squadra.

Con i tre punti conquistati, la Fiorentina si porta a 16 punti, un passo avanti verso una salvezza ancora da conquistare, ma anche un maggiore ottimismo per affrontare con più tranquillità le gare della prossima settimana.  Per il campionato Primavera prosegue il tour de force di questa stagione anomala, dove viene giocata una gara ogni tre giorni, e dove i ragazzi di Aquilani (che torna in panchina) affronteranno  martedì la Sampdoria a Genova e Sassuolo domenica in casa. Due test decisivi per recuperare posizioni in classifica, ma anche per trovare grinta agonistica e convinzione dei propri mezzi per i quarti di Coppa Italia contro la Juventus il 17 marzo. Un passaggio alle semifinali sarebbe una svolta per recuperare una stagione fino a questo momento deludente.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo