La regina dei record

di Barbara Chiarini

Elisabetta II di Inghilterra il giorno dell'incoronazione

Elisabetta II di Inghilterra il giorno dell’incoronazione

Sì, di record questa regina ne ha battuti parecchi, tanto da essere definita sui rotocalchi una regina da Guinness. Con i suoi 94 anni compiuti lo scorso 21 aprile 2020,  Elizabeth Alexandra Mary Windsor  è ancora saldamente sul trono di San Giacomo: tredici è il numero dei Primi ministri che si sono avvicendati dall’inizio del suo regno. Il primo fu Winston Churchill e l’ultimo è Alexander Boris Pfeffel Johnson. Altrettanti presidenti degli Stati Uniti e sette Papi.

Una regina sempre oltremodo attiva:  venti anni fa lanciò ufficialmente il sito internet della Corona. Nel 2014 ha inviato il suo primo cinguettio, 38 anni dopo la sua  prima email, da una base militare.

Forza e senso di responsabilità hanno da sempre caratterizzato la principessa Elisabetta, fin da piccola. Durante la seconda guerra mondiale, faceva appelli alla radio per sollevare il morale degli altri bambini e supportava le associazioni di beneficenza: all’età di 18 anni, si era addirittura unita al ramo femminile dell’Auxiliary Territorial Service, ricevendo formazione come autista e meccanico.

Re Giorgio VI, Winston Churchill ed una giovanissima principessa Elisabetta (a sinistra in uniforme) salutano la folla in festa a Londra per la vittoria l'8 maggio 1945

Re Giorgio VI, Winston Churchill ed una giovanissima principessa Elisabetta (a sinistra in uniforme) salutano la folla in festa a Londra per la vittoria l’8 maggio 1945

Una donna straordinaria  che ha saputo conquistare i suoi sudditi  dichiarando sinceramente e pubblicamente la propria ferrea volontà di servire per l’intera durata della sua vita (lunga o breve che sia)  tanto il popolo quanto la famiglia imperiale, a partire da quel  lontano 6 febbraio 1952, in cui suo padre,  re Giorgio VI morì nel sonno a Sandringham House, a soli 56 anni di età.

La principessa apprese la notizia mentre si trovava in Kenya, in visita reale, al posto del padre malato. Fu così che Elizabeth Alexandra Mary, la maggiore delle due figlie del re, divenne la sovrana del Regno Unito.

Una giovane donna che al tempo aveva soltanto 25 anni, seppe gestire con fermezza non solo il dolore per la perdita del padre ma anche la preoccupazione per il ruolo di Regina e Capo del Commonwealth che da quel momento in poi avrebbe rivestito.

Nonostante l’immediata  ascesa al trono, l’incoronazione ufficiale avvenne solo 16 mesi dopo, poiché tanto ci volle per organizzare la cerimonia. Nessun altro ritardo, neanche per la morte sopraggiunta il 24 marzo della regina Maria (nonna di Elisabetta), la quale nel testamento aveva espresso la volontà che nulla potesse interferire con l’incoronazione di sua nipote.

Winston Churchill con una giovanissima Elisabetta, futura regina

Ancora Winston Churchill con una giovanissima Elisabetta, futura regina

Alla cerimonia, la giovane Elisabetta II  Windsor si presentò con un abito bianco di seta ricamato con gli stemmi floreali dei paesi che all’epoca facevano parte del Commonwealth: in testa, la corona di stato imperiale nella versione risalente al 1937.

Ma Elizabeth aveva già da tempo conquistato il cuore di tutti i suoi sudditi: lungo il tragitto da Buckingham Palace all’Abbazia di Westminster fu seguita da oltre 3 milioni di persone.

La sua fu anche la prima incoronazione al mondo ripresa interamente dalla televisione: la BBC, infatti, aveva registrato solo alcune parti della precedente cerimonia, vale a dire quella di Giorgio VI e di questa non volle perdersi nulla.  Sta di fatto che più di 20 milioni di persone seguirono l’evento trasmesso in diretta per intero: un record assoluto per quei tempi e forse anche per oggi!

La Regina Elisabetta e l'attore Daniel Craig (007) nello spot per le Olimpiadi londinesi del 2012

La Regina Elisabetta e l’attore Daniel Craig (007) nello spot per le Olimpiadi londinesi del 2012

Adesso, la regina più amata del mondo sta per compiere 94  anni, ma la sua persona, incurante del tempo che passa, è ancora sul trono con lo scettro fermamente in mano: la sovrana più longeva al mondo, anche più della regina Vittoria, una sovrana unica e inimitabile anche solo per il suo look dai colori pastello sempre in pendant perfetto con i cappellini!

Elisabetta180206-002In ben 68 anni di regno, ha saputo gestire alcuni dei momenti più difficili nella storia del Regno Unito: il processo di decolonizzazione negli anni Sessanta e Settanta; gli anni più cupi del terrorismo nordirlandese e della repressione in Ulster; gli scioperi dei minatori durante lo scontro con Margaret Thatcher negli anni Ottanta; ma anche i casi di separazione occorsi tra i suoi turbolenti familiari, alcuni scandali e soprattutto la morte di Lady Diana, avvenuta purtroppo nel 1997. Un momento in cui la sua scelta di non recarsi immediatamente a Londra, dove il dolore della nazione per la morte della principessa si trasformava in un mare di fiori e messaggi, le attirò critiche feroci da tutto il mondo. E quello è stato, forse,  il momento più basso, in termini di popolarità, del suo lungo regno.

In anni più recenti, anche se non direttamente, si è pure dovuta confrontare con l’incognita Brexit.

Da quel lontano 6 febbraio 1953, Elisabetta II non ha mai cessato di essere il simbolo inossidabile della stabilità e dell’unicità del Regno Unito, la donna più rispettata nella vita pubblica inglese, sempre acclamata  dai leader mondiali, ammirata in tutto il mondo ma, soprattutto, sempre fortemente amata dal suo popolo il quale,  con cuore sincero,  auspica ancora:  «Lunga vita alla regina»!

ReginaElisabetta190206-002

Barbara Chiarini

Barbara Chiarini è nata a Firenze, è laureata in Architettura, indirizzo storico, restauro e conservazione dei Beni architettonici. Tra le sue passioni, l’ arte, l’ architettura, la musica, la letteratura, il cinema ed il teatro.


Visualizza gli altri articoli di Barbara Chiarini

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo