You raise me up

di Simone Borri

GlobalVirtualPianoRecitalLogo201124-001

Il logo della Global Virtual Piano Recital

Per il brano del giorno, il primo di questa Christmas Carol che porta al Natale 2020, probabilmente il primo Natale virtuale della storia dell’umanità, avevamo scelto qualcosa che ci tirasse su.

You raise me up è un brano di musica celtica e new age del 2001, frutto della collaborazione tra il cantante irlandese Brendan Graham ed il duo dei Secret Garden, la violinista irlandese Fionnuala Sherry ed il tastierista norvegese Rolf Løvland.

Il gruppo irlandese Celtic Woman

Il gruppo irlandese Celtic Woman

Ne esistono varie versioni di successo, da quella di Josh Grosban a quella delle Celtic Woman, a quella dei Westlife. Avevamo un discreto imbarazzo della scelta, fintanto che non abbiamo scovato quella che dissipa ogni dubbio.

Quincy Jones è una leggenda della musica, e non soltanto, da quando nel 1985 organizzò USA for Africa, portando tutti i più grandi artisti americani a cantare We are the world, la canzone appositamente scritta da Michael Jackson e Lionel Ritchie per raccogliere i fondi necessari a salvare le popolazioni africane colpite dalla carestia.

35 anni dopo, Jones ci riprova e colpisce ancora nel segno. Stavolta il disastro è globale, il mondo intero si ritrova in lockdown, chiuso in casa dalla paura del coronavirus. Ed eccolo ancora, alla veneranda età di 87 anni, pronto ad organizzare un altro evento planetario, forse ancora più suggestivo e commovente di quello di tanto tempo fa.

QuincyJones201124-001Stavolta il progetto è veramente mondiale, e mette in collaborazione sotto l’etichetta Global Virtual Piano Recital ben 925 musicisti in erba di tutto il pianeta, che con i loro video realizzati ognuno da casa propria compongono questa session in cui You Raise Me Up viene suonata come non avete mai sentito.

Sono loro, questi ragazzi, a tirarci su con la loro musica. La nostra generazione ha combinato questo disastro e mostra di non saperlo neanche gestire.

Sarà la generazione di questi ragazzi, dei nostri figli, a farcela, a venirne fuori, a tirarsi su. Soprattutto se avrà sempre la fortuna di incontrare sulla propria strada maestri come Quincy Jones.

We are the world

we are the chldren

we are the ones to make a brighter day

so let’s start giving

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Commenta l'articolo