Si riparte con una goleada

di Patrizia Iannicelli

FiorentinaPrimavera201018-001

(Dal nostro inviato) – Nella quarta giornata di campionato, dopo la sosta per le Nazionali, i ragazzi di mister Aquilani affrontano, al Gino Bozzi nell’anticipo di sabato alle 10.00, i coetanei del Cagliari, ancora senza vittorie. La Fiorentina con due sconfitte (l’ultima tra le mura del Franchi) ed una vittoria ad Ascoli, necessita di fare punti e risultato per risalire posizioni e migliorare una classifica ad oggi deficitaria.

Per i protocolli della pandemia, ancora gara a porte chiuse, sugli spalti privi di pubblico, presente il presidente Commisso e il figlio Joseph, il direttore generale delle giovanili Angeloni. La formazione parte con il modulo del 4-3-3, Luci tra i pali, Gentile, Pierozzi, Dutu (cap.), Fiorini, Dalle Mura, Krastev, Agostinelli, Spalluto, Montiel, Bianco.

Parte subito forte la Fiorentina che al quinto minuto è in vantaggio con Pierozzi, dopo una combinazione in area, azione partita proprio dal realizzatore finale. La risposta degli avversari è inesistente, il portiere Luci non è mai impegnato. Al quattordicesimo arriva il raddoppio dei padroni di casa, con un diagonale di Spalluto che trova l’angolino della porta, dove il portiere D’Aniello non può arrivare.

Con il doppio vantaggio i viola sono padroni del campo, e creano diverse azioni da goal. Alla mezz’ora Montiel vicino al goal con una bella conclusione da fuori, ma il terzo goal arriva al quarantesimo, da un cross da calcio d’angolo battuto da Montiel e colpo di testa di Spalluto che realizza la sua doppietta personale.

Si chiude la prima parte del match con tre reti e il dominio totale della squadra di casa. Nell’intervallo sugli spalti arriva anche il direttore generale Joe Barone. Nella seconda frazione di gioco il portiere D’Aniello è costretto a fermare in area Bianco lanciato a rete, l’arbitro della giornata non può che tirare fuori il cartellino rosso e decretare il rigore. Dagli undici metri si porta Fiorini che non sbaglia portando a quattro le reti dell’incontro. Il mister del Cagliari, Agostini è costretto a sostituire il portiere di riserva Cabras, con l’esclusione dell’attaccante Masala, i rossoblu restano in inferiorità numerica.

La Fiorentina continua a pressare, in pochi minuti due tiri verso la porta, il primo di Agostinelli, il secondo di Bianco. Al sessantatreesimo goal capolavoro di Montiel, per la manita viola, lo spagnolo in area con un pallonetto trova l’incrocio dei pali e infila il pallone sul secondo. Goal applaudito dalla dirigenza viola.

Il primo cambio nella Fiorentina esce Krastev per Corradini. Al sessantottesimo ancora in goal i viola con Bianco che approfitta dell’errore del difensore Boccia, e realizza il sesto goal. Il bottino potrebbe ancora aumentare con Agostinelli, che in pochi minuti è fermato dai pali, prima con un destro da calcio di punizione che prende la traversa, subito dopo il tiro partito da un contropiede centra il palo. Ottima prova del centrocampista 2002, che avrebbe meritato miglior fortuna.

Nella parte finale ormai a risultato acquisito, girandola di cambi per mister Aquilani, al settantaduesimo entrano Di Stefano per Bianco, e Gabrieli per Gentile. All’ottantesimo escono Dalle Mura per Sacchini, e Spalluto per Tirelli.

Al novantesimo il triplice fischio finale senza recupero. Gara subito in discesa per i ragazzi viola che hanno dimostrato in tutto l’arco della gara di essere superiori agli avversari. Vittoria roboante e goleada finale per una prestazione mai in discussione, con una reazione importante dopo la sconfitta contro la Roma.

La grinta di Alberto Aquilani

La grinta di Alberto Aquilani

L’episodio dell’espulsione ha facilitato la seconda parte, anche se la gara era indirizzata verso un meritato successo fin dalle battute iniziali. Buona prova dei vari reparti, dalla difesa che (dopo aver preso sei goal nelle prime gare) non ha mai rischiato nulla, (il portiere mai stato impegnato seriamente, anche per i pochi tiri dei sardi), ottima la gara del neo arrivato Gentile, al centrocampo impeccabile (su tutti Agostinelli), molti palloni smistati e filtro per gli attaccanti, finalmente un attacco risolutivo e determinante.

Il plauso va a tutta la squadra, anche se evidenziamo le prove dei marcatori, Pierozzi sulla fascia si conferma un pilastro, Spalluto con la doppietta saprà mettere in difficoltà il mister anche dopo il rientro di Montenau (fermato dalla positività al Covid), Montiel partito in sordina, un fuori quota che potrebbe essere un ottimo supporto, Bianco che ha creato molto e ha offerto buoni spunti.

I viola con sei punti salgono al quinto posto in classifica, in attesa delle altre gare. La prossima contro l’Empoli è stata rinviata, i viola torneranno in campo il 30 ottobre, in casa, contro i pari età della Lazio (che potrebbe trovarsi a pari punti), un’altro importante match per rafforzare la classifica e confermare i progressi individuali e collettivi.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo