Pesante sconfitta per la Primavera viola

di Patrizia Iannicelli

FiorentinaPrimavera201031-001

(Da nostro inviato) – Nella sesta giornata di campionato, i ragazzi allenati da Alberto Aquilani affrontano i pari età della Lazio, di mister Leonardo Menichini. La gara si disputa al Franchi, senza la presenza del pubblico sugli spalti (come avviene da inizio stagione per i campionati giovanili). I viola tornano in campo dopo la vittoria ottenuta contro il Cagliari due settimane fa, costretti al rinvio della gara della quinta giornata contro l’Empoli, a causa della positività di alcuni giocatori empolesi (si recupera il 25 novembre, ndr).

La formazione titolare parte con il modulo del 4-3-3, Luci tra i pali, Gentile, Pierozzi, Dutu (cap.),  Fiorini, Frison, Krastev, Agostinelli, Spalluto, Montiel, Bianco. Nella prima parte della gara, fase di studio delle squadre, anche se al primo minuto un gran tiro di Montiel è di poco fuori. Con il passare dei minuti, i biancocelesti si portano in avanti e sembrano più concreti, prima un tiro di Nimmermeer fuori dallo specchio della porta, subito dopo Moro sfiora il vantaggio. Dalla parte opposta i gigliati, rispondono con due  buone occasioni  prima Agostinelli su cross di Fiorini, poi alla mezz’ora contropiede innescato da Bianco per Montiel, con il diagonale dello spagnolo di poco al lato della porta.

La gara non offre spunti di rilievo, a tratti noiosa, molte azioni manovrate, diverse incursioni e occasioni sprecate sotto rete.  Si va all’intervallo con uno scialbo pari a rete inviolate. La seconda frazione di tempo, parte come la prima, ritmo blando, poche giocate di qualità, gli attaccanti non trovano lo specchio della porta, al cinquantasettesimo Spalluto sbaglia un gol quasi fatto.

Nel miglior momento dei padroni di casa, al sessantaduesimo passano in vantaggio i laziali, cross di Moro e goal di Shehu. La reazione dei viola non è cosi decisa, mister Aquilani cerca di correre ai ripari con due cambi, escono Gentile per Gabrieli, e Krastev per Milani. Al settantaduesimo arriva il raddoppio degli ospiti, partito ancora da un contropiede che raccoglie Moro che segna il raddoppio. Molte le proteste dei giocatori viola che recriminano una rimessa laterale con il pallone fuori dalla linea, prima dell’azione che porta al goal, ma la rete è convalidata.

Ancora due cambi tra i viola escono Pierozzi (per problemi fisici) per Saggioro, e Bianco per Toci. All’ottantaquattresimo arriva anche la terza rete dei laziali con Moro, davvero determinante lo spagnolo con una doppietta e un assist, che di fatto chiude la gara. L’ultimo cambio per i viola entra Sacchini al posto di Agostinelli. Nei quattro minuti di recupero il gol della bandiera di Montiel, che non rende meno amara una pesante sconfitta.

Brutta prestazione dei ragazzi di Aquilani, che ancora una volta mancano di concretezza e incisività sotto porta, Spalluto non offre una prova positiva, insufficiente anche le prova della difesa ( meglio nel primo tempo), Gentile non ai suoi livelli, il difensore rumeno Dutu non in giornata, si salva Frison che chiude molti spazi. Nel centrocampo qualche sbavatura di troppo nei giocatori più rappresentativi, dal regista Fiorini ad Agostinelli, si salva Bianco anche se impreciso nelle conclusioni, infine Montiel, spesso aggregato alla prima squadra per le sue qualità, cerca di creare occasioni, migliore tra i suoi anche per il goal nel finale.

Il Franchi ancora una volta, dopo la gara contro la Roma, non dà risultati sperati, ma il terzo stop su cinque gare, un bilancio negativo che relega la squadra a metà classifica ( ottava a sei punti, anche se con una gara in meno) lontana dalle zone di play off. La prossima gara si gioca nel posticipo di lunedì 9 novembre fuori casa contro il Genoa, determinante per punti e posizioni, prima che la situazione diventi complicata e irrecuperabile.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo