La Primavera inciampa anche al Franchi

di Patrizia Iannicelli

FiorentinaPrimavera201005-001

Nella terza giornata di campionato Primavera, i ragazzi di Alberto Aquilani affrontano la Roma di Alberto De Rossi. L’allievo che sfida il maestro, visto che Aquilani ha iniziato nelle giovanili della Roma. La gara è disputata nel Franchi deserto, sono presenti il presidente Commisso e famiglia, il team manager Antognoni, il direttore delle giovanili Angeloni.

La Fiorentina dopo la sconfitta interna all’esordio contro il Bologna, ha conquistato i primi punti con la vittoria in trasferta contro la neo promossa Ascoli. La Roma arriva a punteggio pieno con due vittorie contro Ascoli e Genoa. Mister Aquilani al primo anno alla giuda della Primavera dopo un esperienza nell’ U18 e nel team di Iachini, si affida al modulo del 4-3-2-1, Chiorra, Gentile, Pierozzi, Dutu (cap.), Fiorini, Dalle Mura, Krastev, Agostinelli, Munteanu, Montiel, Bianco.

La gara nei primi minuti è equilibrata, le due squadre si studiano a centrocampo, il primo tiro verso al porta è di Montenau alto sopra la traversa. Ma al quindicesimo a passare in vantaggio è la Roma, cross dalla destra verso il centro, Zalewski aggancia e con un gran tiro batte Chiorra, Dalle Mura distratto non ha ostacolato l’italo polacco giallorosso, che ha avuto tutto il tempo di tirare.

I viola non trovano una reazione immediata, e il portiere Bioer non è mai impegnato. Nei minuti finali occasioni per Montiel e Muntenau, il primo manda alto sulla traversa, il rumeno sbaglia sotto porta. Nella seconda frazione di gioco, all’undicesimo arriva il pareggio di Agonistelli, splendida semirovesciata su cross di Bianco.

Al ventottesimo primo cambio esce Krastev per Milani. Alla mezz’ora ancora gli ospiti in vantaggio con Darboe. Dopo tre minuti arriva anche la terza rete di Zalewski, passaggio del neo entrato Ciervo che dalla destra passa al compagno verso il centro, un gran tiro batte ancora Chiorra.

Al quarantesimo viene sostituito Montiel, lo spagnolo già aggregato alla prima squadra, (lo scorso anno), assente dai campi da diverso tempo, non offre una prova soddisfacente, al suo posto entra Toci. Al quarantaduesimo un gran destro di Montenau, al suo primo goal in maglia viola, potrebbe riaprire e recuperare la gara.

Al quarantaseiesimo entra in campo Senè, classe 2004, al posto di Pierozzi. Il forcing finale dei viola non basta e dopo quattro minuti di recupero, la Roma può festeggiare la terza vittoria consecutiva e il primato in classifica.

La squadra di Aquilani ha mostrato buone cose ma anche lacune, la difesa spesso distratta, sotto porta i soliti errori nell’ultimo passaggio ( anche lo scorso anno il solito problema), una squadra da compattare e modellare, tra i nuovi arrivati e i ragazzi dello scorso anno. Buone le prove di Agostinelli ex giallorosso, ma anche il buon esordio di Muntenau con uno splendido goal.

La Primavera dopo la sconfitta al Bozzi inciampa anche al Franchi (lo scorso anno quasi un talismano per i ragazzi), e precipita nella zona bassa della classifica. Al rientro dopo la pausa delle Nazionali, sarà necessario fare punti, per risalire posizioni, per difendere un ciclo vincente (due Coppe Italia consecutive) e per valorizzare qualche ragazzo in prospettiva futura.

Un fine settimana da dimenticare per i colori viola, dalla sconfitta della prima squadra venerdì sera, al femminile sabato, alla Primavera nel lunch match, ci auguriamo che quanto prima questo trend negativo possa essere invertito per tutte le squadre.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo