I campioni siamo noi!

di Barbara Chiarini

Freddie Mercury, nato Farrokh Bulsara (Zanzibar, 5 settembre 1946 – Londra, 24 novembre 1991), cantautore, compositore e musicista

Freddie Mercury, nato Farrokh Bulsara (Zanzibar, 5 settembre 1946 – Londra, 24 novembre 1991), cantautore, compositore e musicista

Il 5 settembre del 1946 nasceva da una famiglia di origini indiane a Stone Town, nell’isola africana di Zanzibar, allora colonia inglese, Farrokh Bulsara, colui che il mondo conoscerà con il nome d’arte di Freddie Mercury, il cantante, pianista e compositore, fondatore del gruppo dei Queen.

Farrokh trascorse l’infanzia e l’adolescenza tra Zanzibar e India, e proprio in terra natia ebbe modo di imparare  a suonare il pianoforte; nel 1964, a seguito della rivoluzione che portò all’indipendenza dell’isola e alla sua unione con il Tanganika a formare la Tanzania, la famiglia Bulsara si spostò in Inghilterra. 

Qui il giovane Freddie (nomignolo che gli venne dato quando frequentava il collegio) conobbe  Tim Staffell, cantante e bassista di un gruppo, gli Smile, del quale facevano parte anche il chitarrista Brian May e il batterista Roger Taylor.

Negli anni successivi Bulsara unì all’ attività di designer quella di cantante; e intendeva farlo sul serio. Di lì a poco avrebbe, infatti, cominciato a farsi chiamare Freddie Mercury…!

Farrokh ai tempi del college

Farrokh ai tempi del college

Nel 1970, insieme a May e a Taylor decisero di formare un nuovo gruppo che, su suggerimento di Mercury, prese il nome di Queen; poco dopo, al terzetto si aggiungerà anche il bassista John Deacon.

 «Queen è un nome corto, semplice e facile da ricordare ed esprime poi quello che vogliamo essere, maestosi e regali. Il glam è parte di noi e vogliamo essere dandy», dichiarerà in un’intervista il giovane Freddy.

E dandies lo furono senz’altro, interpreti di quella particolare corrente del rock che prenderà il nome di glam rock: ricercatezza nell’abbigliamento, rose lanciate al pubblico mentre Mercury sul palco brinda con coppe di champagne, l’esecuzione dell’inno inglese Good save the Queen in chiusura, diventarono il tratto distintivo dei loro primi tour e in tale maniera saranno ricordati per sempre dal grande pubblico.

Mercury scrisse e cantò brani che sono passati alla storia come Bohemian Rhapsody, Don’t Stop Me now, Somebody to Love, Love of my lifeWe are the Champions e molti, molti altri ancora. Con la sua band dominò la scena della musica Pop e Rock mondiale, facendo incetta di dischi di platino e vendendo tra i 150 ed i 300 milioni di dischi.

Il gruppo musicale rock Queen, Londra 1970

Il gruppo musicale rock Queen, Londra 1970

Dieci mesi dopo l’uscita dell’ ultimo album Innunendo, egli rivelò di essere affetto da AIDS e il giorno dopo, il 24 novembre 1991, morì nella sua casa di Londra. 

Oltre a quella che viene considerata la sua canzone testamento  The Show must go On, lasciò alcune tracce vocali, pubblicate postume nell’album Made in Heaven.

A noi, però, piace ricordarlo come quando era all’apice del successo, splendido nel suo aspetto regale, forte e universale, così come, ne siamo certi, avrebbe voluto essere ricordato lui, interprete magistrale di quel brano che darà la definitiva consacrazione alla band: Bohemian Rhapsody.

Barbara Chiarini

Barbara Chiarini è nata a Firenze, è laureata in Architettura, indirizzo storico, restauro e conservazione dei Beni architettonici. Tra le sue passioni, l’ arte, l’ architettura, la musica, la letteratura, il cinema ed il teatro.


Visualizza gli altri articoli di Barbara Chiarini

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo