Lega: la Toscana del PD formato cartolina

di Simone Borri

LegaConsRerg190912-001

Riceviamo da Elisa Montemagni, capogruppo Lega Toscana in Consiglio Regionale, e volentieri pubblichiamo:

«Sono trascorse due settimane di intenso lavoro fra i banchi del Consiglio. Nell’ultima seduta abbiamo discusso la nostra proposta di legge per migliorare i livelli di sicurezza urbana delle città toscane, chiamata Tolleranza Zero. Come potrete immaginare la sinistra targata PD ha bocciato il documento.

Quello che ci ha fatto però sorridere è stato il documento che il PD ha presentato in risposta alla nostra proposta: una legge creata cercando di rincorrere quello che da anni andiamo gridando. Una serie di azioni che abbiamo giudicato insufficienti: puro fumo negli occhi.

Come dice il proverbio: La montagna ha partorito il topolino. L’unica nota divertente? Con questa legge, PD e Italia Viva hanno dimostrato di essere ai ferri corti, litigando in aula l’uno con l’altro per cercare di trovare una quadra.

Restando sulle tematiche affrontate in Consiglio, ci siamo spesi nella discussione sul documento di pianificazione portuale. Da un lato abbiamo sempre criticato la riforma Del Rio, che non ha inserito il porto di Marina di Carrara nell’autorità di sistema toscano, cioè insieme a Livorno e Piombino, dall’altro, abbiamo sempre sostenuto la necessità di una nuova visione per la Toscana che la renda la porta a sud delle regioni del nord Italia e del centro Europa.

A differenza della Sinistra che vuole una Toscana cartolina, rinunciando alla sua vocazione manifatturiera, noi vediamo, proprio a partire dalla valorizzazione dei porti, una nuova sfida per la nostra regione, affinché sia possibile una ripresa in termini occupazionali e produttivi di tutta la costa.

E la mancanza di visione e supporto alle realtà produttive toscane l’abbiamo potuta vedere anche nei dati diffusi dalla Camera di Commercio di Lucca: oltre 160 imprese hanno chiuso, solo nel 2019, colpendo maggiormente il settore artigiano. Di questo le istituzioni devono prendere atto.

Anche sul fronte termale, le cose in Toscana non vanno meglio. Lunedì scorso una folta delegazione proveniente da Montecatini ha manifestato a difesa delle Terme. Cosa ha fatto il PD? Ha promesso, proprio a ridosso delle elezioni regionali, che si occuperà dell’acquisto del Tettuccio… chissà se dalle parole seguiranno i fatti.

Dal punto di vista della sanità, sono purtroppo ancora una volta ad evidenziare le carenze strutturali e di risorse umane negli ospedali regionali. A Cecina le sale operatorie non sono ancora pienamente funzionanti a causa dell’assenza di anestesisti ed infermieri, con buona pace dei pazienti.

Che dire infine del disastr” dell’aeroporto di Peretola? Con la bocciatura del masterplan da parte del Consiglio di Stato, si pone forse la parola fine ad una lunga sequela di polemiche fra PD e i Sindaci della Piana fiorentina. L’ennesimo esempio di una sinistra che non riesce a mettersi d’accordo su nulla e che presto, verrà sostituita dal buonsenso della Lega

Elisa Montemagni
Capogruppo Lega

LegaRegione

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo