Feel

di Simone Borri

RobbieWilliams200213-001

Williams sul palco dello Stadio Lužniki di Mosca in occasione della cerimonia di apertura del mondiale di Russia 2018

Nato il 13 febbraio 1974, già a sedici anni diventa famoso con la sua band, i Take that (trad.: bèccati questo). La risposta maschile alle Spice girls, se non fosse che le Spice vengono fuori quattro anni più tardi. Caratteraccio e temperamento ribelle, a ventun’anni Robbie Williams manda a quel paese la band e si mette in proprio. Risultato, diventa uno degli artisti inglesi più premiati e di successo di tutti i tempi.

Dichiarato ufficialmente una Brits Icon, riconoscimento toccato in precedenza soltanto ad Elton John e David Bowie, più lui fa di tutto per farsi detestare (nella cerimonia di apertura dei Mondiali di Calcio in Russia nel 2018 conclude la sua esibizione con un bel dito medio sollevato in mondovisione), più il pubblico sembra adorarlo.

Il cattivo ragazzo nei vent’anni successivi alla separazione dai Take that è passato di successo in successo, quelli bravi che sono rimasti insieme invece poco dopo sono spariti di circolazione. E’ una simpatica (a volte) canaglia, con quella faccia da bullo delle Midlands inglesi che tira baci dalle innumerevoli fans e spesso tirerebbe anche schiaffi, per certi suoi comportamenti.

Ma questa, il brano di oggi, è indubbiamente, una grande canzone. Anno 2002, Escapology. Feel.

P.S. La bionda nel video è Daryl Hannah, la più bella sirena della storia del cinema.

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Commenta l'articolo