Per la Primavera, il terzo pari consecutivo

di Patrizia Iannicelli

FiorentinaPrimavera191024-001

Nella sesta giornata di campionato a poche ore dal match contro il Chievo di domenica, i ragazzi di Bigica tornano in campo per l’anticipo (causa gara Supercoppa di lunedì) contro il Pescara. In tribuna sono presenti per la società Giancarlo Antognoni, Dario Dainelli, ma anche componenti dello staff di Montella, Pino Irrera e Nicola Caccia, alcuni giocatori della prima squadra, Castrovilli e Lirola.

Negli undici titolari ci sono Jacob Rasmussen e Dusan Vlahovic (fuori quota). Questa la formazione di partenza : Brancolini, Ponsi, Simonti (cap.), Dutu, Bianco (esordio dal primo minuto), Rasmussen, Simic, Lovisa, Vlahovic, Pierozzi N., Gorgos. Pochi secondi e al primo affondo abruzzesi, allenati da Nicola Legrottaglie, in vantaggio con un gran tiro di Pavone.

La risposta dei viola non si fa attendere e da un cross di Simonti, N. Pierozzi con il mancino porta in pari il risultato. La gara è vivace, i ritmi alti, la Fiorentina prima con Lovisa poi con una punizione di Vlahovic sono vicini al vantaggio. Fino alla mezz’ora poche azioni eloquenti, diversi errori sui passaggi a centrocampo.

Al quarantesimo gran sinistro di Pavone, goal spettacolare e Pescara sul 2 a 1. Il vantaggio resta per poco, Vlahovic riporta di nuovo il risultato in parità con un’azione personale, salta due avversari e manda il pallone in rete. Al primo minuto del secondo tempo i viola in vantaggio con Alessandro Lovisa, che risolve con il tiro finale dopo una serie di tiri ribattuti in area. Il centrocampista (classe 2001), al terzo goal in campionato, secondo consecutivo.

Al cinquantaseiesimo contropiede partito da Gorgos per N.Pierozzi che segna il quarto goal, ma gli viene annullato per un presunto fuorigioco, che non sembrava netto. Primi cambi tra i viola escono Gorgos e Simic per l’ingresso di Spalluto e Fiorini. I viola in avanti con una conclusione di Ponsi che impegna il portiere abruzzese Sorrentino che si salva in angolo.

Ancora un cambio tra i viola esce Lovisa per Hanuljak. Nei minuti finali un tiro di Vlahovic termina alto. Mentre si attende solo la fine della gara, un calcio di punizione battuto da Pavone, viene parato da Brancolini che non trattiene il pallone, Mane il più veloce lo manda in rete. Un amaro e rocambolesco pareggio al fotofinish, una beffa che lascia molta amarezza per come arrivato dopo la doppia rimonta e il sorpasso.

FiorentinaPrimavera191024-002

Terzo pari consecutivo (il primo contro il Torino, gli ultimi due in casa) per la Primavera viola, che spreca tanto, commette errori, e resta stabile in una posizione deludente di metà classifica. Nel post gara Emiliano Bigica rammaricato per il risultato, ma anche per l’errore arbitrale che poteva dare altri risvolti, afferma che non è un periodo di episodi favorevoli.

Archiviata la gara, il mister parla della partita di Supercoppa, che si giocherà lunedì a Bergamo contro la primatista Atalanta, saranno recuperati Montiel e Koffi, oggi fermi per piccoli risentimenti muscolari, ma non pensa di avere Vlahovic impegnato con la prima squadra. Un trofeo importante per ripartire e rimettersi in carreggiata, dopo questo inizio di stagione al di sotto delle aspettative.

Commenta l'articolo