Un sogno moderno in bianco e nero

di Barbara Chiarini

Il cantante Michael Bublé

Il cantante Michael Bublé

Le sue origini sono italiane: il nonno veneto di Treviso, la nonna di origini abruzzesi. Nato il 9 settembre 1975 a Vancouver, Canada; con quella bellissima vocalità ricevuta in dono alla nascita, insieme ad un bel volto, un aspetto curato ed un look alla moda, stiamo parlando di un cantante che avrebbe potuto seguire tranquillamente una carriera dorata nell’ambito della musica pop.

E invece la strada che a suo tempo ha scelto, omaggia Frank SinatraBobby Darin, Ella Fitzgerald e Mills Brothers.

«Nel corso della mia crescita mio nonno è stato il mio migliore amico – racconta il nostro cantante festeggiato del giorno -. E’ stato il primo a farmi conoscere un mondo musicale che la mia generazione sembrava aver dimenticato. Sebbene io ami il rock e la musica moderna in genere, la prima volta che mio nonno mi ha fatto ascoltare i Mills Brothers è successo qualcosa di magico. E’ stato come se il mio futuro si fosse materializzato in quell’istante: ho capito che volevo diventare un cantante, e che quella sarebbe stata la musica che avrei fatto».

Oggi, a distanza di alcuni anni dalla rivelazione, avrete certamente capito di chi stiamo parlando!

Le candeline sulla torta son tutte per lui …e se le merita, per più di un motivo: stiamo parlando di Michael Bublé, colui che è stato universalmente riconosciuto  come il cantante swing del XXI secolo: i suoi album sono stati tutti, uno dopo l’altro il manifesto di questa sua innata passione.

Michael Bublé, soprannominato il Sinatra del nuovo millennio, per lo stile volutamente ispirato al celebre interprete di My Way, con una voce da baritono ed una spiccata sonorità pop-swing-jazz in ogni sua canzone, ha all’attivo 30 milioni di dischi venduti nel mondo.

E’ proprio seguendo lo stile dei suoi ispiratori, tra cui trovano posto anche Keely Smith, Sarah Vaughan e Rosemary Clooney, che il cantante canadese ha rivisitato alcune hit del passato (anche recente) che hanno segnato la sua formazione artistica. E così, accanto alla cover di Put your head on my shoulder, con cui il teen idol Paul Anka infranse i cuori delle coetanee sul finire degli anni ’50, e a quella di Come fly with me, dell’insuperabile Frank Sinatra, Michael ha trovato posto nelle Hit Parade di tutto il mondo con brani come, Feeling good, Haven’t met you yet, Home, Everything oppure It’s a beautyful day e molti altri.

Sotto la direzione del nonno, Michael, pubblicò diversi album con etichette indipendenti, a partire da quando aveva poco più di diciassette anni di età; comunque, la vera svolta arrivò quando l’ex primo ministro canadese, grande appassionato di musica pop, presentò Bublé al produttore David Foster, il quale lo mise immediatamente sotto contratto per la sua etichetta, la 143 Records. A partire dalla primavera del 2001 i due  lavorarono insieme  alle canzoni del primo album, con la ferma intenzione di non farne un semplice tributo alla musica anni ’40 e ’50. Nel 2003 uscì cosi l’album d’esordio dal titolo Michael Bublé, che ne rispecchiava già  appieno le attitudini, e di fatto, lo renderà famoso in tutto il mondo. Il risultato è infatti quanto di più moderno ci si potesse mai aspettare: la cover di Kissing a fool, ad esempio, rese, se possibile, ancora meglio l’atmosfera jazz dell’originale. 

Michael Bublé si è giocato tutto in un sogno in bianco e nero: i colori che hanno segnato un’epoca, i colori della vittoria nel fascino retrò di una bandiera a scacchi.

Dopo il grande successo ottenuto con la canzone Spiderman, tema della colonna sonora del film Spiderman 2 (2004), nel 2005  uscì il suo secondo disco intitolato It’s Time. Nel 2009 pubblicò invece Crazy Love.

Il cantante fotografato insieme alla moglie

Il cantante fotografato insieme alla moglie

Il 31 marzo del 2011 sposò la bellissima modella argentina Luisana Lopilato: dalla coppia sono nati  i figli Noah, nel 2013, ed Elias nel 2016 e nel luglio 2018 è poi arrivata  la terza figlia della coppia, Vida Amber Betty. Purtroppo nel mese di novembre dell’anno successivo la coppia scoprì che Noah aveva il cancro: addoloratissimi i genitori comunicarono questa notizia sui social, insieme alla decisione pubblica di Michael di volere cambiare vita.

Un paio di anni dopo, esce comunque con un ultimo album dal titolo Love. L’ultimo.

Poi davvero, si spegneranno i riflettori sulla vita del cantante canadese, esattamente come aveva rivelato alla rivista Weekend del Daily Mail. Prima di tutto per lui, la famiglia , basta con il mondo dello spettacolo.

Nella sua ultima intervista dichiarerà con profonda commozione: «Lascio all’apice della carriera. Ho deciso che non leggerò più il mio nome sulla stampa, non leggerò più una recensione… Ho deciso di non usare più i social… Il mio interesse è cambiato, la mia percezione della vita è cambiata. Ho smesso di mettere l’ego di questo mestiere davanti alle persone che amo. Mi ritiro dalla musica: ho fatto il disco perfetto e ora posso lasciare. La cosa peggiore che si possa provare da genitore è quella di scoprire che tuo figlio ha un tumore».

Michael insieme al figlio Noah

Michael insieme al figlio Noah

Da allora la sua esistenza è davvero cambiata. Ed è per questo che parte dei proventi dell’album Love furono destinati all’associazione benefica Stand Up To Cancer.

A 45 anni, Michael Bublè ha venduto 75 milioni di dischi e ottenuto molti premi ed onoreficienze: ma adesso tutto questo, di fronte alla malattia di Noah, non hanno più senso per il cantante.

A lui, alla sua bella famiglia ma soprattutto al piccolo Noah, che pare abbia superato i momenti più difficili, vanno  i nostri più sinceri auguri per continuare ad avere forza e fiducia nell’ andare avanti e continuare a combattere questa dura battaglia .

Del resto, nella vita non esiste un momento migliore per fare musica o per lasciarla, se nel privato si ha da affrontare qualcosa di davvero importante, altrimenti tutto si ridurrebbe soltanto ad uno spettacolo di poco spessore!

Buon Compleanno Michael; siamo lieti di saperti felice …A Casa !

Barbara Chiarini

Barbara Chiarini è nata a Firenze, è laureata in Architettura, indirizzo storico, restauro e conservazione dei Beni architettonici. Tra le sue passioni, l’ arte, l’ architettura, la musica, la letteratura, il cinema ed il teatro.


Visualizza gli altri articoli di Barbara Chiarini

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo