Esordio amaro per la Fiorentina in Champion’s

di Patrizia Iannicelli

FiorentinaWomens190913-001

Prima gara stagionale per le ragazze viola al Franchi, nella gara di andata dei sedicesimi di finale di Champion’s League, contro le inglesi dell’Arsenal. Buona affluenza di pubblico sugli spalti, anche per l’orario non favorevole delle 19.00, presenti 5.400 spettatori sugli spalti. In tribuna Joe Barone, Antognoni, il Ds Pradè, mister Montella, i giocatori Ribery, Boateng, Thereau, e il Ct della Nazionale femminile Milena Bertolini.

La formazione di partenza è con il modulo del 4-3-3, Durante tra i pali, Tortelli, Agard, Arnth, Philtjens, Adami, Breitner, Cordia, Thogersen, Bonetti (cap.), De Vanna. In panchina il capitano Guagni e Mauro non al meglio.

FiorentinaWomens190913-003Nei primi minuti la Fiorentina con De Vanna conquista il primo corner, parte bene anche la statunitense Cordia, ma la difesa delle Gunners controlla e non si fa sorprendere. Al diciassettesimo sono le inglesi a passare in vantaggio con l’olandese Vivianne Miedema, molto male la difesa viola. Le inglesi ancora in avanti, ma sono le ragazze viola a sfiorare il pareggio con un tiro di Bonetti all’incrocio dei pali. Ancora una conclusione del numero dieci viola, ma il tiro viene fermato dal portiere dell’Arsenal.

Al trentaduesimo il raddoppio delle inglesi con una bella azione, Miedema che riceve, controlla e passa a Little che con un diagonale manda in rete. Le ragazze di Cincotta non si arrendono, ci provano con qualche contropiede ma si va all’intervallo con il doppio svantaggio.

Alla ripresa pochi minuti e da un errore di Breitner, che sbaglia il passaggio all’indietro al portiere Durante, ne scaturisce un assist per l’avversaria Miedema che realizza la terza rete. Al decimo del secondo tempo arriva anche il quarto goal con Evans.

Primi cambi per mister Cincotta che manda in campo Ilaria Mauro al posto di Greta Adami, poco dopo richiama in panchina Janelle Cordia al suo posto Alice Parisi. Nonostante il passivo pesante, la Fiorentina prova a creare qualche occasione, ma nel pessimo controllo della Bonetti, si nota una squadra stanca.

FiorentinaWomens190913-002L’ultimo cambio esce Lisa De Vanna al suo posto Paloma Lazaro. L’Arsenal nei minuti finali spreca il quinto goal con Noobs che manda fuori al lato, cala il ritmo, con le inglesi che si limitano a controllare. La Fiorentina in area avversaria vicina al goal della bandiera in due occasioni. Dopo due minuti di recupero il triplice fischio finale, che di fatto chiude anche la qualificazione al turno successivo, anche se sono da giocare 90 minuti nella gara di ritorno a Londra.

Esordio amaro per la Fiorentina Women’s, una brutta sconfitta con una delle squadre più forti a livello europeo, confronto apparso proibitivo già al momento del sorteggio (l’Arsenal campione d’Inghilterra in carica). La superiorità delle avversarie si è dimostrata non solo a livello tecnico ma anche fisico, di certo agevolate anche dal campionato già iniziato in Inghilterra, e quindi avanti con la preparazione

La Fiorentina oltre allo sfortunato sorteggio, si è ritrovata senza alcuni di pilastri della squadra, l’assenza del capitano Guagni si è notata per tutta la gara, ma soprattutto in difesa, il reparto in totale difficoltà. Le ragazze viola hanno provato nel primo tempo a tenere testa alle avversarie con qualche ripartenza in contropiede, ma nel secondo tempo il divario è stato netto, con una squadra di ben altra categoria.

Molto lavoro ci sarà da fare, non solo per la Fiorentina, per ridurre il gap con le squadre europee, e per cercare di portare l’intero movimento del calcio femminile al professionismo. Le ragazze escono tra gli applausi del Franchi, protagoniste per impegno, grinta e cuore, e per aver portato per il terzo anno consecutivo una Champion’s che da queste parti, altrimenti, manca da parecchio.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo