Chariots of Fire

di Simone Borri

Momentidigloria190622-001

Per quello che può valere il raffronto tra calendari di epoche così distanti e diverse, secondo alcuni storici pare proprio che il 22 giugno dell’anno 776 a. C. fosse quello dell’inaugurazione dei primi giochi olimpici della storia.

L’anno prossimo, la tregua olimpica si rinnova, ed il mondo si fermerà di nuovo per inviare i propri atleti a Tokyo, per assistere a nuove imprese sportive, registrare nuovi record, coltivare nuove illusioni circa la possibilità di fermare davvero la quotidianità e tutto ciò che di negativo si porta con sé.

Vangelis Papathanassiou

Vangelis Papathanassiou

La storia delle Olimpiadi ve la racconteremo prossimamente su questo giornale, quando il momento di riaccendere il braciere olimpico – con la fiaccola proveniente dal tempio di Zeus dove il fuoco sacro arde ininterrottamente dall’Antichità – sarà più vicino.

Oggi vogliamo proporvi un gustoso antipasto, traendolo da quel gioiello di film che fu Momenti di gloria (Chariots of fire). Presentato al festival di Cannes del 1981 dal regista britannico Hugh Hudson, il film avrebbe fatto incetta di premi, a cominciare dagli Oscar, meritandoseli tutti.

La storia delle leggendarie imprese degli atleti inglesi Eric Liddell ed Harold Abrahams alle Olimpiadi di Parigi del 1924 commosse ed appassionò il mondo, sulle note della colonna sonora appositamente composta da Evangelos Odysseas Papathanassiou, in arte Vangelis.

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Commenta l'articolo