La paura fa 90

di Barbara Chiarini

GialloMondadori190329-001Correva l’anno 1929 quando nel mese di giugno furono pubblicati i primi quattro romanzi polizieschi, presentati al grande pubblico con uninedita veste grafica gialla: aveva inizio una delle collane più longeve del panorama editoriale internazionale.

Da allora in poi in Italia si parla di gialli intendendo con questo termine un intero genere letterario, e questo modo di dire, unicamente italiano, deriva proprio dal colore di quelle copertine che hanno segnato un’epoca e che continuano tuttora a segnare.

Sulle prime pubblicità del tempo apparvero slogan del tipo: i libri gialli si leggono d’un fiato, tengono desta l’attenzione, stimolano la fantasia, non vi lasciano dormire. Oppure: il libro giallo è divorato a tutte le età e a tutte le ore, in tutte le case!

E fu veramente così, un fenomeno editoriale mai visto prima e che ad oggi si mostra ancora brillante e in forma!

Come dice lo stesso Camilleri: Il mystery si chiama giallo solo in Italia. Giallo non come colore in sé e nemmeno come significazione simbolica, ma il giallo in quanto colore di copertina.

I primi autori a essere pubblicati nel 1929 furono S.S. Van Dine con La strana morte del signor Benson, E. Wallace con Luomo dai due corpi, R.L. Stevenson con Il club dei suicidi, A.K. Green con Il mistero delle due cugine.

Il successo fu immediato, con oltre 50.000 copie vendute nel primo mese. Da allora, per 90 anni il Giallo Mondadori non ha mai smesso di uscire nelle edicole, arrivando a pubblicare 3.200 fascicoli nella serie regolare, più altri 1.400 nei Classici e un altro migliaio fra speciali e numeri extra. Un vero record mondiale, che nessunaltra collana periodica da edicola ha mai eguagliato. Dopo 90 anni il Giallo Mondadori pubblica ancora oltre 40 titoli lanno in cinque collane attive, con un venduto di quasi 150.000 copie.

Tra i grandi nomi pubblicati in Italia grazie ai Gialli Mondadori ci sono alcune fra le colonne portanti di questo genere letterario, per citarne alcuni: Agatha Christie con Hercule Poirot e Miss Marple; Ellery Queen con lomonimo investigatore; Rex Stout con Nero Wolfe; Erle Stanley Gardner con Perry Mason; S.S. Van Dine con Philo Vance; Ed McBain con l87° Distretto; Sir Arthur Conan Doyle con Sherlock Holmes, e poi ancora Dashiell Hammett, il creatore di Sam Spade, Raymond Chandler, Ruth Rendell, James Hadley Chase, Mickey Spillane. Tra gli italiani si possono citare Ezio DErrico e Giorgio Scerbanenco, Carlo Lucarelli e Loriano Macchiavelli, Danila Comastri Montanari, Sandrone Dazieri e molti altri.

Per celebrare questo anniversario sono usciti in questi giorni nelle librerie alcune novità di autori italiani di gialli molto noti, primo tra tutti Camilleri e a seguire, una nuova veste per Fruttero e Lucentini con La donna della domenica e poi Francesco Caringella, Gianrico Carofiglio, Pietro Colaprico, Giancarlo De Cataldo, Marcello Simoni, Valerio Varesi, affiancati dalle ristampe di molti altri classici della collana.

Ci associamo dunque anche noi al coro di tanti auguri al romanzo giallo che è rimasto e rimane per noi, fervidi lettori di questo genere, un evergreen!

( scusate il gioco di colori …ma la battuta era a dir poco scontata!)

Barbara Chiarini

Barbara Chiarini è nata a Firenze, è laureata in Architettura, indirizzo storico, restauro e conservazione dei Beni architettonici. Tra le sue passioni, l’ arte, l’ architettura, la musica, la letteratura, il cinema ed il teatro.


Visualizza gli altri articoli di Barbara Chiarini

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo