Auguri Silvia Berti

di Simone Borri

SilviaBerti180330-001FIRENZE – Fu un’estate di grande entusiasmo quella del 1984. Ricordo che andavo a casa della mia amica Silvia Berti (che allora neanche sognava che da grande sarebbe diventata dirigente della sua squadra del cuore) a studiare per gli esami di Scienze Politiche, e un giorno mi accolse senza nemmeno dirmi buongiorno, dicendomi «Abbiamo preso Socrates».

«Si, va bene, vien via, prendi il libro e smettiamola con le bischerate, per favore» le risposi. Per tutta risposta lei mi mostrò la prima pagina del Corriere dello Sport – Stadio, dove campeggiava il titolo cubitale SOCRATES scritto in viola e la foto del Dottore!

Dopo l’Università ci perdemmo di vista, e la ritrovai alla radio il 22 ottobre 2002, quando annunciò al popolo fiorentino il proprio arrivo alla Florentia Viola di Diego Della valle, come addetta stampa. Sempre per radio appresi del suo licenziamento, il 1° giugno del 2009 a campionato appena terminato con la festa per la qualificazione alla seconda Champion’s consecutiva. A lei, ho saputo dopo, era stato detto semplicemente che non importava che si presentasse in sede il lunedi successivo.

Quando ci siamo reincontrati di persona, lei era ormai una ex. Con un carico di storia e di aneddoti da raccontare, e purtroppo molto tempo per ripensarci.

Anche la A.C.F. Fiorentina è una ex, nel senso che dopo di lei un addetto stampa ed alla comunicazione alla sua altezza non l’ha più riavuto.

Auguri Silvia.

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo