Nell’ora di sconforto o di vittoria

di Simone Borri

Fiorentina 1968-69, un'ottima annata

Fiorentina 1968-69, un’ottima annata

FIRENZE – Comincia oggi un nuovo campionato per la Fiorentina. Come 50 anni fa, anche se allora – come testimonia la foto qui sopra – era tutto in bianco e nero. I colori semmai vennero più avanti, verso il maggio successivo. I colori della vittoria.

Perché allora la Fiorentina vinceva, diffidate da chi vi dice che da queste parti, a Firenze, non è possibile. Che chi vuole vincere ha sbagliato squadra per cui tifare.

Nossignore, la lunga storia della Fiorentina, che compie oggi 92 anni (ed è la seconda ricorrenza odierna, anche se qualcuno opta per il giorno 29, quello dell’atto notorio), per la gran parte sta a dimostrare il contrario, archiviata nei nostri cuori.

E’ una storia fatta di alterni momenti di sconforto e di vittoria, come recita l’inno composto tanto tempo fa da Narciso Parigi. Negli ultimi anni sembra ci sia rimasto spazio soltanto per lo sconforto, ma questo è un altro discorso e non vogliamo guastarci la festa proprio oggi.

Che festa sia, che torni a divampare l’amore dei sostenitori viola (dopo la famiglia, per ogni fiorentino c’è la Fiorentina e basta) ed il sentimento orgoglioso che essi hanno a buon diritto della diversità propria e della loro squadra.

Nei prossimi giorni cercheremo di raccontarla nuovamente, la storia della Fiorentina. E che sia di buon augurio.

Restate con noi, e forza viola.

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo