Il Consorzio Pecorino Toscano Dop nella giunta esecutiva di Afidop

di Redazione

Carlo Santarelli

Carlo Santarelli

GROSSETO –  Il presidente del Consorzio tutela Pecorino Toscano Dop, Carlo Santarelli entra nella Giunta esecutiva di Afidop, Associazione Formaggi Italiani Dop e porta, per la prima volta, il consorzio toscano negli organi esecutivi dell’associazione. La nomina è avvenuta nei giorni scorsi, nel corso dell’assemblea di Afidop, di cui fa parte il Consorzio tutela Pecorino Toscano Dop e che si è svolta a Reggio Emilia insieme all’Assemblea Aicig ed al convegno L’evoluzione dell’attività di vigilanza nel corso degli ultimi 20 anni: esperienze e proposte di evoluzione normativa. Il convegno, organizzato da Aicig, ha visto anche la partecipazione e l’intervento di Andrea Righini, direttore del Consorzio tutela Pecorino Toscano Dop.

«Il Consorzio tutela Pecorino Toscano Dop – afferma il presidente Carlo Santarelli – faceva già parte del collegio sindacale di Afidop, ma grazie al nuovo ruolo all’interno della giunta esecutiva potrà portare la sua esperienza e il suo contributo alla tutela e alla valorizzazione dei formaggi a marchio Dop. Ringrazio l’associazione e tutti i membri per la fiducia e per l’incarico che mi è stato affidato e che trova valore aggiunto nell’ingresso, per la prima volta, del Consorzio tutela Pecorino Toscano Dop negli organi esecutivi».

Il convegno sull’evoluzione normativa e l’attività di vigilanza degli ultimi venti anni ha stimolato il dibattito su presente e futuro della tutela dei prodotti a marchio Dop e Igp e delle sue ricadute economiche e produttive sui territori interessati. Tra gli interventi che hanno animato l’appuntamento, c’è stato anche quello di Andrea Righini, direttore del Consorzio tutela Pecorino Toscano Dop, che ha proposto un testo unico per riunire tutti i provvedimenti normativi relativi ai prodotti Dop e Igp emanati negli ultimi 20 anni e semplificarne la loro applicazione, aggiornando e attualizzando i contenuti e favorendo una maggiore tutela per produttori e consumatori. Il dott. Luigi Polizzi, dirigente della PQAI IV – Qualità certificata e tutela indicazioni geografiche prodotti agricoli, agroalimentari e vitivinicoli del Mipaaf ha assicurato che il Ministero è già a lavoro su questa ipotesi di lavoro, per una più efficiente tutela e salvaguardare le eccellenze agroalimentari del Made in Italy.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo