La Fiorentina riparte da Roma

di Simone Borri

TatianaBonetti180115-001ROMA – Il calendario pazzerello della serie A femminile propone come posticipo della decima giornata allo stadio Tre Fontane di Roma il match tra le padrone di casa della Res e le campionesse in carica della Fiorentina Women’s, che proprio contro le romane un anno fa avviarono – con un sonoro 3-0 casalingo – la cavalcata verso il primo storico scudetto del calcio femminile viola.

Difficile fare meglio, soprattutto stavolta in trasferta e dopo un avvio di stagione che ha confermato quanto sia difficile confermarsi, soprattutto a fronte di una catena di infortuni che anche ieri si sono fatti in qualche modo sentire, privando la linea d’attacco fiorentina nientemeno che di una Ilaria Mauro.

La Fiorentina Women’s, che per tutta la sosta natalizia ha ripetuto a se stessa il mantra nuovo anno, nuove sfide, stessa dedizione – da ora fino alla fine lottare ogni minuto di ogni giornata, riesce nell’impresa e apre un nuovo anno della sua epopea con un 4-0 ancora più sonoro.

Con la Mauro fuori dai giochi, la Bonetti si sistema a falso nueve privando la difesa romana di punti di riferimento e finendo per avere a disposizione tutto lo spazio del mondo. Come al 9’, quando Tatiana si fa trovare libera e pronta all’appuntamento con lo splendido cross da destra della Rinaldi. Controbalzo e diagonale preciso che non lascia possibilità di intervento alla portiera avversaria Pipitone.

Nei minuti che seguono, la Res si mangia un’occasione clamorosa con la Martinovic che viene liberata a tu per tu con la Ohrstrom da una leggerezza difensiva della Linari. La romana spara altissimo, e poi continua a mancare altre occasioni. La difesa sembra essere il problema più attuale per le Women’s viola, ma Roma non ne approfitta.

E così al 35’ i giochi possono chiudersi per Firenze, allorché la Greggi atterra la Caccamo in area giallorossa. Sul dischetto va la Linari e con freddezza si fa perdonare il quasi pareggio avversario di prima. Sul 2-0 la Fiorentina gioca di rimessa in scioltezza, al 46’ la Bonetti va via come la lama di un coltello affondando nella difesa romana su lancio dalle retrovie viola, e porta a tre il conto delle reti.

Dopo un tiro sull’esterno della rete di Caccamo ed un gol annullato alla Bartoli per fuorigioco, tocca ad una delle piacevoli novità arrivate nello scorso calciomercato, la norvegese Ingrid Marie Spord, coronare una splendida prestazione con la rete numero quattro, che toglie ogni velleità a Roma e spinge i mister Fattori e Cincotta a fare turnover. Al 74’ la pratese Noemi Fedele fa il suo esordio in campionato rilevando in porta una ormai inoperosa Stephanie Ohrstrom, nei minuti finali Azzurra Corazzi e Marta Morreale fanno il loro debutto assoluto in prima squadra rilevando rispettivamente la Rinaldi e la Adami.

A una giornata dalla fine del girone di andata le ragazze viola sono al quarto posto. Se il primo sembra terribilmente lontano, occupato a 30 punti da una Juventus che non conosce soste (ieri 6-0 al Valpolicella), il secondo del Brescia a 27 ed il terzo del Tavagnacco a 22 sembrano più alla portata, per quanto difficili. Ma una Fiorentina che ha promesso di non mollare non può avere paura di queste difficoltà. E chi ben ricomincia…..

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo