Una serata da incorniciare (Gonzalo, il ritorno)

di Sabrina Fabbri

Combriccola171218-001

SANTOMATO (PT) – Venerdì 15/12/17 per me sarà una serata da incorniciare, la serata in cui due delle mie passioni più grandi si sono incontrate: la Musica e la Fiorentina.

In quel di Santomato, frazione di Pistoia, c’è uno dei pochi Club che organizza musica dal vivo e per un’appassionata come me è un luogo magico. Venerdì, appunto, era l’ottavo compleanno del Santomato Live Club ed il direttore artistico, Tony De Angelis, aveva previsto in cartellone il concerto della Combriccola del Blasco… ed io che sono una Vasconvolta di prima generazione – lo sanno tutti – potevo perdermelo?

Anche no!! Erano giorni che parlavano di una sorpresa, una sorpresa viola ed io rosicavo perché, curiosa come sono, volevo sapere ma non mi era consentito… Ma gli amici sono amici proprio perché arrivano al momento giusto a risollevarti una stortissima giornata e quindi un amico, che probabilmente aveva capito da un mio post su Facebook che qualcosa non andava, ha pensato bene di svelarmi questo segreto. Dandomi fiducia, peraltro direi ben riposta, e dicendomi: stasera verrà anche Gonzalo Rodriguez a festeggiare con noi!!

Ohhhhh, non stavo nella pelle! L’ho detto solo ad una decina di amici fidati, ma senza dirgli dove perché io sono sempre poco fiduciosa nelle persone… ed ho cominciato a contare le ore che mi avrebbero separato dal concerto e dall’incontro. Intanto mi sono attrezzata con smalto viola Fiorentina e collana viola, perché, ahahaha, mica mi potevo presentare con la maglia viola!

Ma parliamo un po’ di musica, vi voglio presentare ad uno ad uno i musicisti della Combriccola del Blasco a partire dal loro frontman, nonché fondatore del gruppo creato più di 25 anni fa, Adamo Adams Paoletti che interpreta Vasco alla grande, non scopiazza ma ha un suo stile che comunque non ti fa rimpiangere Vasco neanche per un attimo.

Passiamo ad un’altra colonna portante del gruppo ovvero il chitarrista Massimo Nuti: oltre ad essere un apprezzato insegnante di chitarra, è anche figlio d’arte, il padre, infatti, è Maurizio Nuti storico chitarrista degli Homo Sapiens.

Ma quando la band è al completo i chitarristi sono due, c’è anche Mario Ramunni musicista affermato che, oltre all’attività di insegnamento, vanta collaborazioni con i Gemelli Diversi, Povia e partecipazioni a trasmissioni storiche come Top of the Pops ed MTV CocaCola Live.

E le tastiere? Qui abbiamo un promettente giovane, Beppe Targia, che ha spaziato dal Gospel al Musical per poi approdare, nel 2015, alla Combriccola.

Gonzalo171218-001Ed eccoci alla parte per me fondamentale, dalla quale io non posso prescindere: la ritmica. I due musicisti che vi presenterò adesso sono gli ultimi arrivati ma non certo gli ultimi in ordine di importanza: Mario Marmugi alla batteria e Stefano Tanghetti al basso. Il primo è attualmente un insegnante di batteria e negli ultimi quarant’anni ha vantato collaborazioni importanti in ambito jazzistico oltre ad aver partecipato a primarie manifestazioni, come il Pistoia Blues, e suonato in vari tour in Italia ed all’estero. E di Stefano che dire, chi mi segue sa che ho scritto su di lui di tutto e anche di più per cui sarò breve: insegnante e direttore di una delle accademie musicali più importanti, la Lizard, è anche frontman della band MecoGang con la quale ha inciso 6 cd ed oltre a suonare nella Combriccola ha anche collaborazioni con altre band.

Ma torniamo alla serata di venerdì, io, come sempre, abbarbicata sotto il palco, quando ad un certo punto vedo Stefano ed Adams salutare, mi giro e… eccolo, è arrivato, emozione a mille ma… alla musica non posso prescindere, Gonzalo lo saluterò dopo! Ed infatti, a fine concerto, lo saluto, gli dico che ci manca tanto e mi faccio la foto di rito alla quale non avrei mai rinunciato, sì, proprio una serata da incorniciare!!!

Sabrina Fabbri

Sabrina Fabbri vive a Firenze, è una libera professionista che si occupa di ristorazione, con la passione della cucina, della musica ed anche della Fiorentina


Visualizza gli altri articoli di Sabrina Fabbri

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo