La ventesima Regione

di Simone Borri

Campobasso171227-001

Con legge costituzionale n. 3 del 27 dicembre 1963, che modificava l’art. 131 della Costituzione, fu istituita la ventesima regione italiana, il Molise.

Il primo a individuare una regione molisana a se stante era stato l’Imperatore Federico II di Svevia, che aveva istituito il Contado del Molise come sede amministrativa e di giustizia. La regione era stata in seguito sempre unita all’Abruzzo fino al dopoguerra, quando la provincia di Campobasso ne era stata distaccata per essere elevata al rango di capoluogo, e fino al 1970, di unica provincia della nuova Regione a statuto ordinario.

Il 2 febbraio 1970 con legge n. 20 fu istituita la seconda provincia, con capoluogo Isernia.

La concessione dello status di Regione per il Molise fu un atto dovuto, ed un riconoscimento che i molisani attendevano da sempre e giustamente. Per quanto abbiano sempre avuto buoni rapporti con gli abruzzesi, soffrivano – e soffrono in parte tutt’ora – di una specie di complesso di mancato appagamento identitario.

La Regione come entità giuridica arrivò finalmente a dare piena coscienza di sé ad un popolo che ne aveva bisogno, e che tra l’altro ai 315.000 circa residenti nel territorio regionale assomma coloro che, pur vivendo all’estero, hanno conservato la cittadinanza, e che sono stimati in oltre 60.000. Almeno il doppio inoltre sono coloro che, nati in Molise, vivono oggi all’estero, per un totale di 500-600 mila molisani nel mondo secondo le stime del Museo dell’Emigrazione del Molise.

Il più famoso degli oriundi é probabilmente oggi Robert De Niro, i cui nonni erano di Ferrazzano in provincia di Campobasso.

(nella foto, veduta del centro di Campobasso con il Castello Monforte)

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche, indirizzo storico. Tra le sue passioni la Fiorentina, di cui è tifoso da sempre, la storia, la politica, la letteratura, il cinema.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo