Ragazze in salita

di Simone Borri

fiorentinawomens171111-001FIRENZE – Va tutto talmente male alle ragazze della Fiorentina da rincuorare, paradossalmente. I valori della squadra che nella scorsa stagione trasformava in oro ogni pallone che toccava e a cui nella prima fase di questa non ne va bene una non possono essere certo questi.

Le udinesi di Tavagnacco non sono certo una squadra materasso nella serie A femminile, ma i presupposti per un rilancio della Fiorentina, nei risultati e nel morale, quest’oggi c’erano tutti. E invece, dopo le pesanti batoste con Brescia e Wolfsburg, arriva questo pareggio casalingo che non compromette nulla ma non contribuisce certo a ridare entusiasmo alle giocatrici di Fattori e Cincotta.

Le ragazze viola scendono in campo con la stessa formazione che l’anno scorso tremare il mondo faceva. Premono l’avversaria, che l’anno scorso aveva dovuto inchinarsi all’andata ed al ritorno. Non segnano, quando lo fanno il gol viene annullato per fuorigioco, alla Mauro. Quest’anno la palla non vuole entrare, e finiscono per subire lo svantaggio grazie ad un rigore francamente poco comprensibile, trasformato dalla Clelland e su cui la Ohrstrom non può nulla, se non rammaricarsi.

Ma le gigliate se non hanno fortuna di certo hanno carattere. Si buttano in avanti per tutta la ripresa e finalmente all’80° su un rigore concesso per fallo di mani Bonetti pareggia portando a tre le sue reti stagionali.

Finisce così, con un pareggio che scontenta tutti meno il Tavagnacco che resta al terzo posto in classifica proprio davanti alla Fiorentina. Ed è un peccato, perché quello che sembrava essere il più bel giocattolo capitato in mano a Firenze negli ultimi tempi viene adesso percepito come rotto. I primi mugugni parlano già di braccino societario anche in campo femminile, lamentando i mancati investimenti e dimenticando forse che queste stesse giocatrici fino a pochi mesi fa travolgevano tutto e tutti, e che se sono mancati i risultati in queste ultime settimane non è mancato certo il cuore, né il gioco. La Fiorentina è quinta, adesso, niente sarebbe compromesso, soprattutto se la fortuna e certe decisioni arbitrali gireranno di nuovo per il verso giusto.

E’ una stagione complicata, come tutte quelle che seguono a vittorie importanti. Le ragazze hanno fatto vedere che non si arrendono.

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche ad indirizzo storico, e lavora come dipendente nella pubblica amministrazione. Tra le sue passioni ha un posto importante la Fiorentina, è tifoso viola da sempre.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo