La nascita del giornalismo moderno

di Simone Borri

LondonGazette171107-001FIRENZE – Il 7 novembre 1665 Henry Muddiman pubblicò in Inghilterra il primo numero della Oxford Gazette, il più antico giornale britannico della storia. Non si trattava del più antico in assoluto, che era stato il Relation aller Fürnemmen und gedenckwürdigen Historien (Resoconto di tutte le notizie importanti e memorabili) pubblicato nel 1609 a Stasburgo, città allora di lingua tedesca, dall’alsaziano Johann Carolus.

Muddiman era stato l’addetto stampa del Lungo Parlamento, redattore del Parliamentary Intelligencer (una sorta di Atti parlamentari), per tutto il periodo del cosiddetto Interregno, intercorso tra la Rivoluzione Puritana di Oliver Cromwell culminata nella decapitazione di Carlo I Stuart nel 1649 e la restaurazione della monarchia con il figlio Carlo II nel 1660.

Nel 1666 il suo giornale assunse la denominazione di London Gazette. Soltanto a partire dal XVII° secolo divenne un quotidiano, prendendo ad uscire tutti i giorni, ad eccezione del sabato e dei festivi.

Nella foto, il numero del 10 settembre 1666 con il resoconto del Grande Incendio di Londra.

Simone Borri

Simone Borri è nato a Firenze, è laureato in scienze politiche ad indirizzo storico, e lavora come dipendente nella pubblica amministrazione. Tra le sue passioni ha un posto importante la Fiorentina, è tifoso viola da sempre.


Visualizza gli altri articoli di Simone Borri

Commenta l'articolo