Passi in avanti per la nuova Fiorentina

di Patrizia Iannicelli

babacar101022-001

BENEVENTO (dal nostro inviato) – Nella nona giornata di campionato i viola di mister Pioli scendono in campo al Ciro Vigorito di Benevento contro la neo promossa di casa. La Fiorentina con la maglia azzurra in onore del quartiere di Santa Croce parte con il modulo del 4-3-2-1, Sportiello tra i pali, Laurini, Pezzella, Astori (cap.), Biraghi, Benassi, Badelj, Veretout, Chiesa, Simeone, Thereau. I padroni di casa ancora a zero punti partono molto offensivi ma senza creare problemi reali alla difesa viola. Al quarto d’ora però sono i gigliati che su punizione centrano una traversa. Al diciassettesimo passano in vantaggio gli ospiti con Marco Benassi su assist di Simeone. La gara non è spettacolare anche per un buon possesso palla dei giallorossi che mette in difficoltà i viola che non riescono a impostare il gioco.

Simeone alla mezz’ora costringe il portiere avversario Brignoli con una buona parata a mandare in angolo. Al trentacinquesimo palo del Benevento con Cataldi. Il primo tempo si conclude con il vantaggio dei viola in una gara equilibrata e senza grandi emozioni.

Al rientro in campo nella seconda frazione di gioco Simeone per problemi fisici lascia il posto a Babacar. Proprio il senegalese al secondo minuto realizza il secondo goal, ma l’arbitro si avvale della tecnologia con il Var per convalidare la rete per un presunto fuorigioco di Veretout. Dopo due lunghi minuti l’arbitro indica il centrocampo con i viola sul 2 a 0.

La Fiorentina rinvigorita dal doppio vantaggio si porta in avanti e crea diverse occasioni, gara più veloce e vibrante. Al diciottesimo passaggio di Chiesa in profondità per Babacar che in area viene atterrato da Brignoli, rigore per gli ospiti. Si porta sul dischetto Thereau che non sbaglia e porta a tre le reti per i viola.

Al venticinquesimo secondo cambio per mister Pioli che sostituisce Chiesa non al massimo per Simone Lo Faso, classe ’98 al debutto in maglia viola. In attesa del fischio finale con risultato acquisito terza sostituzione con l’ingresso di Cristoforo al posto di Veretout. Al quarantaduesimo gran destro di Lo Faso che sfiora il quarto goal.

Nei cinque minuti di recupero ancora il francese Thereau in evidenza che impegna con una gran parata Brignoli. Termina la gara con la seconda vittoria consecutiva dei viola che si portano a tredici punti in classifica, evidenziando piccoli passi in avanti sia nell’approccio alla gara, che nella crescita individuale dei singoli. Il divario tecnico tra le due squadre evidente, ma la gara poteva presentare molte insidie, proprio perché i campani ancora a quota zero avevano necessità di fare punti.

Il processo di maturità della squadra di mister Pioli prosegue con la difesa che ha subito poco e ha chiuso tutti gli spazi, il centrocampo che continua a dare certezze, l’attacco che ha mostrato grinta e carattere. Prova positiva di Babacar finalmente determinante, che in corsa cambia il ritmo della gara oltre alla rete e al rigore procurato, come il francese Thereau che in questa prima parte del campionato sta dimostrando di essere fondamentale nel reparto offensivo, con l’ex Palermo Lo Faso un’ottima alternativa.

La squadra viola sembra avere trovato un buon equilibrio nell’assetto tattico, la posizione di Benassi in linea con Veretout , ha dato buone risposte e compattezza alla squadra. La vittoria fuori casa, a prescindere dall’avversario, porta morale e consapevolezza dei propri mezzi, anche se ancora alla nona giornata tutto è ancora da decifrare. Le prossime gare contro il Torino, un vero e proprio spareggio e il Crotone, saranno il banco di prova per capire quale ruolo potrà avere questa nuova Fiorentina.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo