Prato lotta ma si arrende alla nuova capolista Cremonese

di Roberto Nardi

acprato-170413-001Un Prato battagliero si arrende alla Cremonese, nuova capolista del campionato. Sfida ad alta tensione nella notturna al Lungobisenzio dove arriva la Cremonese, che dopo il pareggio nel pomeriggio dell’Alessandria, ha l’occasione di scavalcare i grigi in testa alla classifica e la formazione lombarda si impone di misura al termine di un match sostanzialmente equilibrato e deciso dal gol di Porcari, favorito da un errato passaggio di Marzorati, mentre in precedenza il Prato aveva colpito un palo con Romano.

Nel complesso un buon Prato che ha lottato con grande generosità fino alla fine ma che è stato punito su l’unico errore. Non è bastato il gran pressing del secondo tempo per raddrizzare una partita che la squadra di Monaco non avrebbe meritato  di perdere. In campo non si è vista la differenza di 36 punti  in classifica. Monaco si affida al 4-2-3-1 con il rientro di Romano. In difesa torna Marzorati.

Inizia a spingere subito la Cremonese che vuole  vincere la partita ma sono i biancazzurri a creare un ocassionissima con un palo clamoroso di  Romano dopo che la difesa grigiorossa non era riuscita ad allontanare il pallone sul corner battuto da Di Molfetta. Partita vivace e ospiti pericolosi al 13′ con Porcari. Melgrati respinge poi lo stesso Porcari prova  a ribadire in rete  ma il pallone esce a lato.

Al 21′ un errore in disimpegno del Prato favorisce i grigiorossi. Brighenti innesca  Porcari che controlla e dalla distanza fa secco Melgrati con un tiro imparabile. Alla mezzora prima Maiorino e poi Salviato ci provano con tiri da fuori che sfiorano la traversa. Il Prato ci prova su punizione. Al  42′ un tiro di Di Molfetta è smorzato con la mano da Marconi. Cartellino giallo per il difensore e punizione dal limite per i biancazzurri. La parabola di Tomi con Ravaglia fermo sfiora il palo.

Nella ripresa i biancazzurri spingono e al 5′ un traversone in area di Catacchini sul secondo palo trova la deviazione di Piscitella che termina a lato. Al 10′ spazio a Tavano per Romano. Un minuto dopo Cremonese in difficoltà sul cross insidioso di Di Molfetta con Canini che sfiora l’autogol per anticipare Moncini. Un Di Molfetta ispirato crea pericoli sulla fascia destra e guadagna una punizione dal vertice dell’area al 17′. La battuta di Tomi è respinta con i pugni da Ravaglia.

Il Prato spinge a pieno organico e Tesser toglie Maiorino e Scarsella e inserisce Cavion e Redolfi, passando  a un più prudente 3-5-2. Al 23′ ci prova da fuori Catacchini che sfiora la traversa. Alla mezzora entra Malotti per Piscitella con un Prato avanti tutta che ci prova  ma la Cremonese si difende con ordine e porta in fondo una vittoria che lancia i grigiorossi verso la serie B.  Per i biancazzurri  si allontana la salvezza diretta anche se le posizioni in zona play out restano quasi invariate.

Tabellino: Prato – Cremonese 0-1. Prato (4-2-3-1): Melgrati; Catacchini, Ghidotti, Marzorati, Tomi; Checchin, Gargiulo (25’s.t. Marini); Piscitella (32’s.t. Malotti), Romano (10’s.t. Tavano), Di Molfetta; Moncini. A disposizione: Layeni, Martinelli, Danese, Benucci, Strada, De Marchi, Beduschi. Allenatore: Monaco. Cremonese (4-3-1-2): Ravaglia; Salviato, Canini, Marconi, Ferretti; Porcari, Pesce, Scarsella (20’s.t. Redolfi); Maiorino (14′ s.t. Cavion); Brighenti (36’s.t. Perrulli), Scappini. A disposizione: Bellucci, Galli, Procopio, Lucchini, Stanco, Stanghellini, Moro, Talamo, Bastrini. Allenatore: Tesser. Arbitro: Dionisi di L’Aquila. Assistenti: D’ Alberto di Teramo e Solazzi di Avezzano. Marcatori: 21’p.t. Porcari. Note: serata primaverile, spettatori 904 + abbonati per un incasso di 4730 euro. Ammoniti: Marconi (42’p.t.), Marzorati (36’s.t.). Angoli: 10-5. Recupero: 0’p.t.;3’s.t.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo