Prato corsaro ad Arezzo, tre punti per sperare nella salvezza

di Roberto Nardi

Giovanni Tomi autore dell'1-1

Giovanni Tomi autore dell’1-1

Il Prato compie l’impresa e vince in rimonta il derby con l’Arezzo, terza forza del campionato. Ai biancazzurri serviva un successo per mantenere vive le speranze di salvezza dopo i successi di Carrarese, Olbia  e Tuttocuoio. La squadra di Monaco con una prova  convicente conquista tre punti d’oro. I lanieri recuperano lo svantaggio iniziale con una magistrale punizione di Tomi e firmano il sorpasso nella ripresa con l’undicesimo centro di Moncini.

Una prestazione positiva di tutto il gruppo biancazzurro con Monaco  che si affida al collaudato 4-2-3-1. In difesa torna Martinelli, ex di turno, al posto di Ghidotti. Novità tra i pali con l’esordio di Layeni al posto di Melgrati, che alla vigilia della gara ha accusato un piccolo problema fisico. Sottili ritorna al 4-4-2. In attacco Arcidiacono affianca bomber Moscardelli.

Parte bene il Prato e al  5′ Moncini riceve palla sulla sinistra del lato corto dell’area di rigore da Piscitella. Il  bomber laniero si accentra e lascia partire il destro che si spegne alto sopra la traversa.  Al primo affondo sono i padroni di casa a passare in vantaggio al 12’con Arcidiacono, che sfrutta la respinta corta di Layeni su un tiro di De Feudis, per poi ribadire in rete da distanza ravvicinata.

Passano tre minuti e il Prato pareggia. Punizione da 30 metri e bomba di Tomi  che si infila alla destra di Borra. Quarto gol su punizione per l’esterno sinistro biancazzurro che ridà fiducia ai lanieri.  Partita combattuta con un Prato ben messo in campo. Si rivede l’Arezzo al 24′ con il peperino Arcidiacono che  calcia da dentro l’area di rigore. Pronta risposta di Layeni che devia in tuffo. I biancazzurri sono pericolosi sulle corsie esterne con la velocità di Piscitella e Di Molfetta ma mancano nell’ultimo passaggio.

Moncini segna il 2-1

Moncini segna il 2-1

Padroni di casa pericolosi intorno alla mezzora con il colpo di testa in tuffo di Solini su calcio d’angolo che sfiora il palo. Al 35′ Moscardelli difende un pallone e appoggia per Corradi il cui tiro sfiora la traversa. Al 44′ contropiede laniero con Moncini che serve Romano che lascia partire un diagonale che costringe Borra alla deviazione in angolo. Al 45′ ci prova in acrobazia Moscardelli, ma la rovesciata dell’attaccante aretino finisce sopra la traversa. E’ comunque un Prato vivo che tiene bene il campo giocando a viso aperto con buone trame di gioco.

Si riparte  nella ripresa con un Arezzo che  spinge sull’accelleratore. Al 4′ Moscardelli (bel duello con Martinelli) prova a piazzarla sul palo lontano ma Layeni non si fa sorprendere. Break del Prato che al 12′ passa in vantaggio. Bella giocata di Piscitella sulla corsia sinistra e palla con il contagiri in area per lo stacco di testa di Moncini che manda  la palla a scavalcare il portiere Borra.

Sottili opera un doppio cambio inserendo Polidori e D’Ursi per Bearzotti e Corradi. Al 20′ gran tiro di Polidori in girata di poco sopra la traversa.  Sono i padroni di casa a fae la partita ma  il Prato si difende con ordine senza rischiare.  Sottili al 31′ gioca l’ultima carta Erpen al posto di De Feudis con un Arezzo a trazione anteriore. Monaco risponde togliendo Piscitella per Beduschi.

Al 35′ entra Ghidotti per Romano con il nuovo entrato che scala in difesa e Catacchini a far diga a centrocampo con un 4-5-1 che chiude tutti gli spazi agli amaranto che nonostante il  forcing finale  non creano pericoli per la porta laniera. I biancazzurri passano indenni cinque minuti di recupero, conquistando tre punti che lasciano il Prato ancora in corsa per la salvezza.

Tabellino: Arezzo – Prato 1-2. Arezzo (4-4-2): Borra; Luciani A., Muscat, Solini, Masciangelo; Corradi (18’s.t. D’ Ursi), Foglia, De Feudis (30’s.t. Erpen), Bearzotti (18’s.t. Polidori); Moscardelli, Arcidiacono. A disposizione: Garbinesi, Sabatino, Barison, Grossi, Yamga,  Cenetti. Luciani L., Rosseti, Farelli. Allenatore: Sottili. Prato (4-2-3-1): Layeni; Catacchini, Marzorati, Martinelli, Tomi; Checchin, Gargiulo; Piscitella (31’s.t. Beduschi), Romano (35’s.t. Ghidotti), Di Molfetta; Moncini (44’s.t. De Marchi). A disposizione: Melgrati, Reggiani, Tavano, Danese, Malotti, Benucci, Strada, Marini. Allenatore: Monaco. Arbitro: Paterna di Teramo. Assistenti: Trinchieri di Milano e Santarpia di Sesto San Giovanni. Marcatori: 12’p.t. Arcidiacono, 15′ Tomi, 12’s.t. Moncini. Note: osservato un minuto di raccoglimento in memoria del ciclista Scarponi deceduto in un incidente. Spettatori  2178 (805 paganti + 1373 abbonati). Espulso al 24’p.t. il ds Califano per proteste. Ammoniti: Arcidiacono (17’p.t.), Romano (25’p.t.), Layeni (31’s.t.), Moscardelli (46’s.t.).  Angoli: 5-4.  Recupero: 2’p.t.;5’s.t.

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo