Medici Senza Frontiere

di Paola Stillo

Medici Senza Frontiere

Medici senza Frontiere è una organizzazione medico-umanitaria indipendente creata da medici e giornalisti in Francia nel 1971. Nel 1999 Medici senza frontiere ha ricevuto il premio Nobel per la Pace. Oggi fornisce soccorso umanitario in circa 63 Paesi a popolazioni la cui sopravvivenza è minacciata da violenze o catastrofi (principalmente guerre, epidemie, malnutrizione, catastrofi naturali), basandosi sui principi umanitari dell’etica medica e dell’imparzialità: portare assistenza medica di qualità alle popolazioni in pericolo, indipendentemente da razza, religione o credo politico. L’89% del finanziamento globale di Medici senza frontiere proviene da fonti private.

Medici senza frontiere è neutrale. L’organizzazione non si schiera in caso di conflitti armati, fornisce assistenza sanitaria basandosi unicamente sui bisogni della popolazione e si batte per incrementare l’accesso all’assistenza indipendente alle vittime del conflitto, come previsto dal diritto umanitario internazionale.

Le èquipe sanitarie sono costituite da medici, infermieri, esperti di logistica, amministratori, epidemiologi, tecnici di laboratorio, esperti di igiene mentale ecc. che lavorano insieme nel rispetto dei principi che guidano l’azione umanitaria e l’etica medica. Lo staff è supportato dai colleghi che lavorano nelle 19 sedi dislocate in tutto il mondo, tra cui è quella in Italia.. La stragrande maggioranza degli operatori umanitari proviene dalle comunità coinvolte nella crisi e il 10% delle èquipe è composta da staff internazionale.

Medici Senza Frontiere è un movimento internazionale costituito da un ufficio internazionale a Ginevra e da 19 sezioni. Le sedi nazionali reclutano gli operatori umanitari, promuovono l’organizzazione, le campagne di stampa e di sensibilizzazione, fanno raccolta fondi contribuendo al finanziamento e allo svolgimento delle missioni.

Paola Stillo

Paola Stillo è nata a Trieste, e vive a Firenze dove esercita la professione infermieristica. Per quattro anni ha collaborato periodicamente con Emergency contribuendo all'organizzazione delle sue strutture ospedaliere in varie parti del mondo, tra cui l'Afghanistan nel periodo successivo alla cacciata dei Talebani.


Visualizza gli altri articoli di Paola Stillo

Potrebbe interessarti anche ...

Commenta l'articolo